Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 10 Giugno 2019

Ehrlichiosi monocitica canina

  • Un aggiornamento sul trattamento dell’infezione, gestione della pancitopenia aplastica e metodi per verificare l’efficacia del trattamento
Vota questo articolo
(0 Voti)

erlL'ehrlichiosi monocitica canina (CME, canine monocytic ehrlichiosis) è una malattia trasmessa dalle zecche diffusa in tutto il mondo; l’agente eziologico responsabile è Ehrlichia canis, un batterio gram-negativo, parassita obbligato dei monociti circolanti.

A livello sperimentale, il decorso dell'infezione da E. canis si può articolare in 3 fasi sequenziali: acuta, subclinica e cronica, sebbene la distinzione tra queste fasi sia difficile dal punto di vista clinico. Nei cani con infezione acuta, la guarigione clinica spontanea è un’evenianza comune; tuttavia, il trattamento medico in questa fase della malattia ha la funzione di accelerare la guarigione clinica e prevenire l'esacerbazione dei sintomi o la morte. Inoltre, una percentuale imprevedibile di cani che raggiungono la fase subclinica è destinato a sviluppare la forma grave e cronica di ehrlichiosi, caratterizzata da pancitopenia aplastica e un’alta percentuale di mortalità.

Gli obiettivi del trattamento antibiotico in corso di CME includono il raggiungimento della remissione clinica, la risoluzione delle anomalie clinico-patologiche e l'eradicazione dell'infezione, sebbene quest'ultima non sia sempre possibile o verificabile da un punto di vista diagnostico. Il trattamento di cani con pancitopenia aplastica deve essere intrapreso con la consapevolezza che la gestione medica richiederà cure a lungo termine, sarà costoso e che alla fine potrebbe rivelersi inefficace.

Questo manoscritto raccoglie lo stato attuale delle conoscenze relative al trattamento dell'infezione da E. canis, fornisce linee guida basate sull’opinione degli esperti del settore per la gestione della pancitopenia aplastica associata alla CME e definisce i metodi da utilizzare per verificare l’efficacia del trattamento.

 

“An update on the treatment of canine monocytic ehrlichiosis (Ehrlichia canis)” Mylonakis ME, et al. Vet J. 2019 Apr;246:45-53. doi: 10.1016/j.tvjl.2019.01.015. Epub 2019 Feb 4.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 443 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.