Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6762 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 22 Gennaio 2020

Effetto sedativo dell’alfaxalone nel coniglio

  • Da solo o associato alla dexmedetomidina per ottenere rispettivamente una sedazione moderata o profonda
Vota questo articolo
(0 Voti)

cte rabbitLo scopo di questo studio era quello di studiare il profilo farmacocinetico e gli effetti dell’alfaxalone dopo somministrazione endovenosa (EV) e intramuscolare (IM) nel coniglio e, inoltre, valutare la presenza di un’eventuale interazione con la dexmedetomidina.

Per lo studio sono stati impiegati 5 conigli bianchi della Nuova Zelanda secondo un disegno crossover in cieco e randomizzato, con un periodo di washout di 2 settimane. Ad ogni soggetto sono state somministrate una singola dose di 5 mg/kg di alfaxalone EV e IM come unico farmaco, oppure combinata con dexmedetomidina (100 μg/kg) IM. I campioni di sangue sono stati raccolti in tempi prestabiliti e analizzati mediante cromatografia liquida ad alte prestazioni. I punteggi di sedazione/anestesia sono stati valutati utilizzando una scala di valutazione numerica modificata. In momenti prestabiliti sono state misurate le frequenze cardiaca e respiratoria. Inoltre, nella fase di risveglio, è stato quantificato il tempo necessario affinchè i conigli assumessero il decubito sternale e la stazione.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 358 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.