Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6762 articoli

Lunedì, 03 Febbraio 2020

Stabilizzazione delle fratture tibiali

  • Le placche di bloccaggio e compressione sembrano essere più efficaci rispetto alle placche di accoppiamento conico
Vota questo articolo
(0 Voti)

LCPCCPLo scopo di questo studio era quello di confrontare le caratteristiche biomeccaniche dei costrutti con placca di bloccaggio e compressione (LCP, locking compression plate) e con placca di accoppiamento conico (CCP, conical coupling plate) per la stabilizzazione di fratture tibiali sperimentalmente indotte nel gatto.

Sono state impiegate entrambe le tibie di 8 cadaveri di gatto. Una volta rimossi i tessuti molli, le tibie sono state assegnate in maniera randomizzata al gruppo di stabilizzazione con LCP o con CCP. Nello specifico, sulla faccia mediale di ciascun osso, è stata applicata una LCP a otto fori da 2,7 mm o una CCP a sei fori da 2,5 mm. Nella parte centrale della diafisi è poi stato rimosso un segmento di osso della lunghezza di 1 cm. I campioni così ottenuti sono stati sottoposti a prove non distruttive di flessione craniocaudale e mediolaterale, seguite da prove non distruttive di compressione assiale. Infine, i campioni sono stati sottoposti a compressione assiale fino al cedimento. Per ciascun campione sono stati calcolati la flessione e la rigidità assiale, il carico di resa e il carico di rottura.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 342 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.