Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6888 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 25 Maggio 2020

Esame batteriologico delle ferite infette

  • Tre tecniche di campionamento a confronto
Vota questo articolo
(0 Voti)

ferite infetteL’obiettivo di questo studio prospettico consiste nel determinare l'influenza del metodo di campionamento sui risultati della coltura batterica e dell’antibiogramma per il trattamento delle ferite infette nel cane.

Le colture batteriche sono state effettuate, per ogni ferita, utilizzando 3 diversi metodi di campionamento: tampone prima della pulizia (tamponi sporchi), tampone dopo debridement (detersione chirurgica) e lavaggio sterile (tamponi puliti) e biopsia. Sono state confrontate le specie batteriche e i fenotipi isolati. Tre veterinari hanno scelto i farmaci antimicrobici in base al risultato della coltura batterica e dell’antibiogramma, senza essere a conoscenza delle informazioni riguardanti il paziente, il tipo di ferita e il metodo di campionamento. Gli antimicrobici sono stati suddivisi in 3 classi (classe I, II e III) in base a linee guida stabilite. Sono stati esaminati: il numero di antimicrobici scelto, la più alta classe di appartenenza degli antimicrobici selezionati e l'accordo tra gli esaminatori.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Gaia Carotenuto Med Vet PhDstudent

Letto 355 volte

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.