Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6910 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 20 Luglio 2020

Stress termico nei polli

  • Review sul ruolo del selenio e delle vitamine E e C nel ridurre l’impatto negativo sull’efficienza produttiva
Vota questo articolo
(0 Voti)

heat stressIn avicoltura, lo stress da calore ha un impatto negativo sull’efficienza produttiva, in quanto l’attivazione dei meccanismi per dissipare il calore in eccesso comporta il consumo di energia, compromettendo così le prestazioni di crescita e aumentando la mortalità. Lo stress da calore, infatti, comporta un dispendio energetico per la respirazione, lo stress ossidativo e l'assorbimento dei micronutrienti.

L’integrazione delle diete con particolari additivi è stata riconosciuta come uno degli approcci più efficaci per ridurre al minimo l’impatto negativo dello stress termico sulla produzione di polli da carne. A questo proposito, il selenio e le vitamine E e C sembravano essere additivi promettenti a questo scopo. È stato dimostrato che l’aggiunta di questi elementi alle diete migliora la funzionalità degli organi vitali, la risposta del sistema immunitario e le prestazioni di crescita dei polli da carne sottoposti a stress termico.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Eleonora Malerba Med Vet PhD

Letto 122 volte

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.