Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 11 Settembre 2020

Trattamento con interferone in gatti affetti da leucemia felina o immunodeficienza felina

  • Il trattamento con interferone-α ricombinante umano dovrebbe essere più duraturo o includere cicli aggiuntivi nei gatti FeLV+ e FIV+
Vota questo articolo
(0 Voti)

gatto fivIl virus della leucemia felina (FeLV) e il virus dell'immunodeficienza felina (FIV), due tra i più importanti patogeni dei gatti, producono malattie sistemiche croniche con morte progressiva delle cellule coinvolte nella risposta immunitaria, che alla fine porta ad un esito fatale. Gli immunostimolanti risultano essere una delle poche alternative al trattamento sintomatico.

In questo studio, a 27 gatti con infezione da FeLV naturale (FeLV+) e a 31 gatti con infezione da FIV naturale (FIV+) sono state somministrate per via orale dai rispettivi proprietari 60 UI/giorno di interferone alfa ricombinante umano (rHuIFN-α) per quattro mesi a settimane alterne. Sono stati valutati lo stato clinico generale di ogni paziente unitamente ai campioni di sangue raccolti in quattro diverse visite o mesi (M) come segue: pretrattamento (M0), metà del trattamento (M2), fine del trattamento (M4) e 4-8 mesi dopo la fine del trattamento (M10).

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 4062 volte Ultima modifica il Sabato, 05 Settembre 2020 14:12

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares