Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6997 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 25 Settembre 2020

Trattamento dell'ureterolitiasi ostruttiva nel coniglio

  • L'applicazione di uno stent ureterale migliora la funzionalità renale e la qualità di vita del paziente
Vota questo articolo
(0 Voti)

rabbit lithiasisLa gestione dell'ostruzione ureterale mediante applicazione di uno stent è spesso associata a un tasso di complicazioni inferiore rispetto all'ureterotomia nei carnivori domestici; questo trattamento tuttavia non è stato valutato nel conigli.

Tre conigli (7, 6 e 10 anni) hanno ricevuto una diagnosi ecografica di ureterolitiasi ostruttiva unilaterale associata ad idronefrosi e idrouretere. E’ inoltre stata confermata in tutti i casi una riduzione della funzionalità renale complessiva. Gli stent ureterali sono stati inseriti per via retrograda tramite cistotomia senza complicazioni in due casi e per via anterograda tramite nefrostomia nel terzo caso. La sopravvivenza dopo il posizionamento dello stent è stata di 30, 3 e 8 mesi, con incrostazioni dello stent e riostruzione che si sono verificate 18, 1 e 6 mesi dopo il posizionamento dello stent nei casi successivi.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 134 volte Ultima modifica il Lunedì, 21 Settembre 2020 12:54

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.