Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6997 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 14 Ottobre 2020

Analisi citofluorimetrica delle masse mediastiniche nel gatto

  • La sola citofluorimetria spesso non è in grado di differenziare i linfomi dalle forme non linfomatose
Vota questo articolo
(0 Voti)

citoflowLe masse mediastiniche che si riscontrano nei cani e gatti sono spesso indagate mediante esame citologico. Tuttavia, la discriminazione tra le due patologie più comuni (timoma e linfoma) può essere difficile, soprattutto quando la popolazione cellulare prevalente è rappresentata da piccoli/medi linfociti.
Lo scopo di questo studio retrospettivo era descrivere gli aspetti citofluorimetrici delle masse mediastiniche nei gatti e valutare la capacità della citofluorimetria (FC) di differenziare il linfoma dalle lesioni non linfomatose.

Sono state pertanto descritte retrospettivamente le caratteristiche citofluorimetriche degli agoaspirati di masse mediastiniche di alcuni gatti. I casi sono stati raggruppati in linfoma e non linfoma in base ai risultati di citologia, istopatologia, PARR (“PCR for antigen receptor rearrangement”), presentazione clinica e follow-up. Le caratteristiche degli scatter, le positività a CD5, CD4, CD8, CD21, CD18 e le loro co-espressioni sono state analizzate utilizzando un approccio multicolore.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 184 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Settembre 2020 11:18

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.