Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7042 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 30 Ottobre 2020

Trattamento dell'iperadrenocorticismo in una cavia domestica

  • La terapia con trilostano ha determinato la risoluzione dei segni clinici
Vota questo articolo
(0 Voti)

Cavia CushingL'iperadrenocorticismo è una malattia rara nella cavia domestica, tuttavia è importante escluderla in animali con alopecia bilaterale simmetrica non pruriginosa, poliuria, polidipsia e altri segni di malessere generalizzato. I test diagnostici a disposizione sono limitati a causa della mancanza degli intervalli di riferimento. I test sono, inoltre, impegnativi a causa delle fluttuazioni giornaliere di cortisolo, stress, malattie concomitanti, difficoltà nell’ottenere dei campioni adeguati e dimensioni grandi/variabili delle ghiandole surrenali nelle cavie domestiche.

Il presente studio descrive il caso clinico di una cavia domestica (Cavia porcellus) femmina, di tre anni e mezzo, portata in visita per la comparsa di alopecia simmetrica bilaterale, poliuria e polidipsia da cinque settimane. L'ecografia addominale ha evidenziato entrambe le ghiandole surrenali di piccole dimensioni. È stato effettuato un test di stimolazione con ACTH, il quale ha rivelato dei valori di cortisolo pre- e post-stimolazione notevolmente elevati. È stata, quindi, introdotta una terapia con trilostano (2-4 mg/kg PO q12h); quest’ultima ha determinato, dopo tre mesi, la risoluzione dei segni clinici in assenza di evidenti effetti avversi. L’animale è diventato, in seguito, refrattario al trattamento e ha mostrato una perdita di peso significativa; l’esecuzione di una nuova ecografia addominale ha permesso di rilevare una massa a carico della ghiandola surrenale di destra.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Tardo Antonio Maria

Letto 143 volte Ultima modifica il Venerdì, 30 Ottobre 2020 09:37

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.