Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7087 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 11 Dicembre 2020

Fratture patologiche negli uccelli selvatici: batteri coinvolti e antibiotico-resistenza

  • Tutti le specie batteriche isolate mostravano resistenza ad almeno uno degli antibiotici utilizzati
Vota questo articolo
(0 Voti)

          Gli adattamenti anatomici rendono gli uccelli maggiormente predisposti a fratture patologiche aperte con parti ossee esposte che perdono la vascolarizzazione. Come risultato di questa esposizione, le fratture sono colonizzate da diversi microrganismi, inclusi diversi tipi di batteri, sia aerobi che anaerobi, i quali causano in molti casi osteomielite. Per questo motivo viene comunemente utilizzato un trattamento antibiotico. Tuttavia, l'introduzione di un trattamento antibiotico in assenza di un antibiogramma può contribuire ad aumentare il rischio di antibiotico-resistenza, specialmente negli uccelli selvatici migratori.

In questo studio sono state analizzate la conta batterica relativa al tipo di frattura, l'identificazione del microrganismo coinvolto e l’antibiotico-resistenza negli uccelli selvatici dei centri di riabilitazione della fauna selvatica in Spagna.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Tardo Antonio Maria

Letto 188 volte Ultima modifica il Giovedì, 10 Dicembre 2020 22:17

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.