Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7227 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 09 Aprile 2021

Toxoplasmosi sistemica nel canguro rosso

  • Descrivere i reperti clinici, patologici e immunoistochimici della toxoplasmosi sistematica nel canguro rosso
Vota questo articolo
(0 Voti)

Canguro rossoToxoplasma gondii è un protozoo, con potenziale zoonotico, che infetta molti vertebrati endotermi, compreso l'uomo; il gatto domestico e altri felini fungono da ospite definitivo. I macropodidi sono considerati altamente suscettibili alla toxoplasmosi. L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere i reperti clinici, patologici e immunoistochimici di un focolaio di toxoplasmosi sistemica in 11 canguri rossi (Macropus rufus), con alti tassi di morbilità (73%) e mortalità (100%).

Gli animali colpiti presentavano condizioni cliniche gravi e un rapido deterioramento o morte improvvisa, correlata a lesioni necrotizzanti diffuse multiorganiche. Inoltre, sono stati evidenziati organismi intralesionali (T. gondii), identificati tramite immunoistochimica e confermati con rtPCR. La quantificazione dei parassiti ha dimostrato una maggiore carica parassitaria nel parenchima polmonare rispetto ad altri tessuti.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Tardo Antonio Maria

Letto 204 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Aprile 2021 16:30

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.