Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7350 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 30 Aprile 2021

Effetti della somministrazione di cisapride sull'output fecale dei cincillà

  • La sola terapia con cisapride non sembra condizionare la produzione fecale in questa specie
Vota questo articolo
(0 Voti)

cincillàLa cisapride, un farmaco procinetico, è stata aneddoticamente raccomandata nei cincillà alla dose di 0,5 mg/kg PO q8-12h per trattare la riduzione della motilità gastrointestinale. Tuttavia, studi su altre specie di roditori suggeriscono che l’efficacia di tale molecola si raggiunge con dosi più elevate di farmaco.

Attraverso due studi crossover randomizzati, controllati con placebo, in cieco, sono stati valutati nei cincillà gli effetti di cisapride (10 mg/kg PO q12h per quattro dosi), somministrata con o senza l’associazione concomitante di alimento con siringa di una formula di terapia intensiva di recupero (25 mL/kg PO q12h per due dosi), dopo sedazione indotta da alfaxalone-butorfanolo,. L'assunzione di cibo e la produzione fecale sono state quantificate per valutare gli effetti di cisapride su questi parametri.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 349 volte Ultima modifica il Mercoledì, 28 Aprile 2021 17:36

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares