Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7311 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 14 Giugno 2021

Studio pilota sull'utilizzo del gabapentin transdermico nel gatto

  • Valutare se la somministrazione transdermica del farmaco fosse in grado di determinare un miglioramento clinico del dolore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Cat trasndermalL'uso del gabapentin è in aumento nella pratica clinica; tuttavia, la somministrazione transdermica non è stata del tutto studiata nel gatto. L’obiettivo del presente studio era quello di valutare se il gabapentin fosse in grado di superare la barriera cutanea felina in vitro e in vivo e di determinare un miglioramento clinico del dolore.

La fase in vitro dello studio ha previsto l’utilizzo di campioni di cute provenienti da gatti deceduti. Lo studio in vivo prevedeva, invece, due fasi. Nella fase 1 dello studio, i soggetti inclusi (8 gatti giovani di proprietà) sono stati assegnati a 4 gruppi di trattamento, i quali ricevevano una dose di 5 mg/kg o 10 mg/kg applicata ogni 8 ore per 5 giorni a livello auricolare o sulla cute cervicale. I campioni di siero sono stati raccolti prima della somministrazione di Gabapentin e dopo 1 e 5 giorni. Nella fase 2, i soggetti inclusi (15 gatti anziani di proprietà) ricevevano una dose di Gabapentin di 10 mg/kg ogni 8 ore per 5 giorni a livello auricolare. I punteggi del dolore sono stati registrati prima della somministrazione e dopo 1,5 e 8 giorni. I campioni di siero sono stati raccolti prima della somministrazione e dopo 1 e 5 giorni. I campioni sono stati analizzati utilizzando una cromatografia liquida ad alta prestazione-spettrometria di massa.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Antonio Maria Tardo Med Vet PhD student

Letto 346 volte Ultima modifica il Domenica, 13 Giugno 2021 21:37

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares