Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7311 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 30 Giugno 2021

Criteri istologici delle lesioni cutanee e linfonodali nella micobatteriosi del gatto

  • I marker immunoistochimici non hanno permesso di distinguere tra le varie micobatteriosi feline
Vota questo articolo
(0 Voti)

micobatteriosi gattoGli autori di questo studio hanno voluto identificare e descrivere i criteri istologici e immunoistochimici che possono permettere di differenziare le lesioni cutanee e linfonodali associate a Mycobacterium (M.) bovis da quelle di M. microti.

Sono state pertanto esaminate retrospettivamente biopsie cutanee e linfonodali di lesioni tubercolari colorate con ematossilina ed eosina, Ziehl-Neelsen e tricromica di Masson. L'immunoistochimica è stata eseguita per rilevare l'espressione di calprotectina, CD3 e Pax5. I campioni sono stati valutati per parametri istologici (cioè granulomi con necrosi centrale rispetto a piccoli granulomi senza necrosi centrale, percentuale di necrosi e/o cellule giganti multinucleate), numero di bacilli acido-resistenti (indice batterico), percentuale di fibrosi della lesione e colorazione immunoistochimica positiva.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 152 volte Ultima modifica il Domenica, 27 Giugno 2021 12:43

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares