Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7350 articoli

Mercoledì, 28 Luglio 2021

Caratteristiche ematologiche dei cani con malattia renale cronica (CKD)

  • I cani appartenenti agli stadi IRIS III-IV mostravano anemie significativamente più gravi
Vota questo articolo
(0 Voti)

anemia dogL'anemia normocitica, normocromica, non rigeneratva, è considerata un’alterazione comune nei cani con malattia renale cronica (CKD). Sebbene l'anemia possa manifestarsi in qualsiasi stadio IRIS (International Renal Interest Society) della CKD, la sua gravità è correlata all’entità della perdita della funzionalità renale. Lo scopo del presente studio era di valutare retrospettivamente le anomalie quantitative e morfologiche dell'eritrogramma nei cani a diversi stadi IRIS della CKD.

Nello studio sono stati inclusi un totale di 482 emogrammi degli 3648 inizialmente selezionati. L'anemia era presente in 302/482 (63%) cani, nella maggior parte dei quali era normocitica, normocromica e non rigenerativa (295/302; 98%). Il numero di reticolociti era <60000/μL nella maggior parte dei cani (248/295; 84%), con una correlazione tra scarso tasso di rigenerazione e progressione della CKD (p = 0,0001). La frequenza dell'anemia differiva significativamente (p = 0,0001) tra gli stadi IRIS: 108/231 (47%) nello stadio IRIS 2, 77/109 (71%) nello stadio IRIS 3 e 117/142 (82%) nello stadio IRIS 4. I cani degli stadi IRIS 3 e 4 avevano maggiori probabilità di avere un'anemia da moderata a grave, rispetto ai cani dello stadio IRIS 2 (p = 0,0001). L'anisocitosi è stata l'anomalia morfologica più frequente (291/482; 60%), mentre la presenza di poichilocitosi ha mostrato un'associazione con la progressione degli stadi IRIS (p = 0,009). Tra le diverse anomalie morfologiche, la frequenza dei globuli rossi frammentati e dei corpi di Howell-Jolly ha mostrato un'associazione significativa con la progressione della CKD. 

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 1808 volte Ultima modifica il Domenica, 18 Luglio 2021 15:21

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares