Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7350 articoli

Lunedì, 13 Settembre 2021

Malattia renale cronica e ipertensione sistemica nel gatto

  • Valutare le informazioni presenti in letteratura riguardo l’associazione tra malattia renale cronica e ipertensione sistemica nel gatto
Vota questo articolo
(0 Voti)

Blood pressure CATLa malattia renale cronica (chronic kidney disease, CKD) è una patologia molto diffusa nei gatti anziani. La CKD viene spesso diagnosticata in associazione con l'ipertensione sistemica e le due condizioni patologiche hanno una relazione causa-effetto. Il danno ipertensivo agli organi bersaglio (target organ damage, TOD) come occhi, encefalo, cuore e reni, ha un impatto significativo sul benessere dei gatti che presentano questa comorbidità. L'ipertensione ha un impatto anche sulla proteinuria, che è un fattore di rischio indipendente per la progressione e la mortalità nei gatti con CKD. Il monitoraggio della pressione arteriosa e l'introduzione di un trattamento antipertensivo, ove indicato, sono quindi cruciali per una gestione ottimale del paziente felino con CKD. Le attuali linee guida raccomandano una pressione sistolica target <160 mmHg per ridurre al minimo il rischio di TOD. Sia l'amlodipina che il telmisartan sono farmaci antipertensivi efficaci per l'uso in questi pazienti.

I segni clinici di ipertensione potrebbero non essere notati dal proprietario del gatto fino a quando non è presente un TOD grave. Nonostante ciò, il monitoraggio della pressione sistemica nei gatti con CKD è ancora effettuato con scarsa frequenza e l'ipertensione risulta probabilmente sottodiagnosticata.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 498 volte Ultima modifica il Sabato, 11 Settembre 2021 13:28

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares