Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7350 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 13 Settembre 2021

Coccidioidomicosi intracranica nel cane

  • Descrivere le caratteristiche cliniche e clinico-patologiche, i reperti MRI, il trattamento e l’outcome di cani con presunta coccidioidomicosi intracranica
Vota questo articolo
(0 Voti)

MRI dogLa conoscenza delle caratteristiche cliniche e dei reperti di risonanza magnetica (magnetic resonance imaging, MRI) dell'infezione intracranica da Coccidioides nel cani è di fondamentale importanza per una diagnosi tempestiva e per ridurre la morbilità e la mortalità associate alla malattia. L’obiettivo di questo studio era quello di descrivere i reperti MRI, identificare le caratteristiche cliniche e clinico-patologiche e descrivere il trattamento e l’outcome della coccidioidomicosi intracranica nel cane.

Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 45 cani di proprietà con presunta infezione intracranica da Coccidioides. Per ogni caso sono stati registrati: l’anamnesi, i risultati degli esami, la sierologia, i reperti MRI, il trattamento e l'outcome. I cani inclusi presentavano alterazioni all’esame MRI e sierologia Coccidioides positiva mediante immunodiffusione in gel di agar (agar-gel-immunodiffusion, AGID).

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 391 volte Ultima modifica il Domenica, 12 Settembre 2021 18:24

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares