Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7377 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 11 Ottobre 2021

Rottura del legamento crociato craniale nel cane

  • Review sulla biomeccanica articolare, fattori eziopatogenetici e riabilitazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

dog knee sx ChrisStein getty 56a26a2c5f9b58b7d0c9f8d1La rottura del legamento crociato craniale (Cranial cruciate ligament, CrCL) è una delle patologie ortopediche più comuni in medicina veterinaria. Il CrCL svolge un ruolo fondamentale nella stabilità e nella biomeccanica dell'articolazione femoro-tibio-rotulea e una sua alterata funzionalità impatta gravemente sulla qualità della vita dei pazienti. Nel cane, l'indebolimento strutturale di questa articolazione dovuto alla progressiva degenerazione del legamento è l'ipotesi eziopatogenetica più accreditata in relazione al segnalamento del cane (razza, sesso ed età) e alla conformazione dell'articolazione del ginocchio. Nell'uomo, questa lesione è spesso traumatica e generalmente si verifica durante le attività sportive. La rottura del CrCL può essere gestita in modo conservativo o chirurgico e le decisioni relative al trattamento dipendono da numerosi fattori: età e salute del paziente, grado di instabilità dell’articolazione e costi. I protocolli di fisioterapia svolgono un ruolo importante nella riabilitazione, con obiettivi simili nell'uomo e nel cane: gestione del dolore, recupero del "range of motion" fisiologico dell’articolazione, rafforzamento dei muscoli periarticolari e del core e correzione dei deficit propriocettivi. La fisioterapia, anche se spesso trascurata in medicina veterinaria, è di fondamentale importanza per il recupero della corretta funzionalità dell'arto lesionato e per il ritorno alle normali attività quotidiane e sportive.

“Cranial Cruciate Ligament Rupture in Dogs: Review on Biomechanics, Etiopathogenetic Factors and Rehabilitation” Giuseppe Spinella, et al. Vet Sci. 2021 Sep 6;8(9):186. doi: 10.3390/vetsci8090186.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 409 volte Ultima modifica il Sabato, 09 Ottobre 2021 17:50

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares