Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7430 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 20 Ottobre 2021

Fattori prognostici in cani con enteropatia infiammatoria cronica

  • Sono stati inclusi nello studio 150 cani con immunosuppressant responsive enteropathy e 65 con non-responsive enteropathy
Vota questo articolo
(0 Voti)

intestinal protein loss dogsL’obiettivo del presente studio prospettico multicentrico era quello di valutare se i parametri clinici, ematochimici, endoscopici e istopatologici fossero associati a mortalità, risposta clinica e recidiva di malattia in cani con enteropatia infiammatoria cronica e follow-up a breve e lungo termine.

Sono stati inclusi nello studio 165 cani con enteropatia infiammatoria cronica, di cui 150 cani avevano una diagnosi di enteropatia responsiva agli immunosoppressori (immunosuppressant responsive enteropathy, IRE) e 15 cani con enteropatia non-responsiva (non-responsive enteropathy, NRE). La gravità clinica (CCECAI) è stata valutata al momento dell’ammissione in clinica (T0) e dopo 18 mesi dalla diagnosi (T18). Al T0 sono stati valutati: ​​BCS, parametri ematologici e punteggi endoscopici e istopatologici. È stata registrata la presenza/assenza di lesioni duodenali istopatologiche. I responder sono stati valutati utilizzando il CCECAI a T1. La recidiva è stata valutata da T3 a T18. I responder a lungo termine includevano i cani responsivi al T1 che non mostravano recidive. I cani sono stati divisi in responder/non-responder, sopravvissuti/non sopravvissuti e recidivati/non recidivati.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 548 volte Ultima modifica il Lunedì, 18 Ottobre 2021 19:47

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares