Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7377 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 13 Ottobre 2021

Potenziale infettivo di Mycoplasma hyopneumoniae nella specie suina

  • Durante la fase di infezione cronica, M. hyopneumoniae persisteva fino a tre mesi dopo il trattamento antibiotico
Vota questo articolo
(0 Voti)

m.hyopneumoniaeMycoplasma hyopneumoniae (M. hyopneumoniae) provoca significative perdite economiche nell'industria suinicola. Farmaci antibatterici con attività contro Mycoplasma spp. sono impiegati per l'attenuazione delle malattie e l'eliminazione dei patogeni. Tuttavia, i veterinari sono spesso in difficoltà nell'individuazione di M. hyopneumoniae mediante PCR dopo il trattamento antibiotico, sollevando così la questione circa il reale potere patogeno di questo batterio. 

L'obiettivo di questo studio era valutare l'effetto del trattamento con tulatromicina sulla rilevazione di M. hyopneumoniae e sul potenziale infettivo durante le fasi acute e croniche dell'infezione. 

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 189 volte Ultima modifica il Martedì, 12 Ottobre 2021 16:49

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares