Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7430 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 27 Ottobre 2021

PCR automatizzata per la diagnosi della febbre suina africana

  • È stata trovata una concordanza vicina al 100% con la RT-PCR di riferimento
Vota questo articolo
(0 Voti)

swine african feverL’obiettivo degli autori dello studio era quello di valutare l'utilità di un sistema PCR automatizzato (iiPCR) per il rilevamento rapido e affidabile sul campo del virus della peste suina africana (ASFV) in campioni biologici di suini.

La sensibilità analitica del sistema iiPCR è stata determinata mediante diluizione seriale e analisi di 2 campioni (tessuto omogeneizzato suino e sangue suino) predeterminati come positivi per ASFV. La specificità analitica è stata valutata mediante l'analisi di 2 campioni predeterminati come negativi per la PSA e positivi o negativi per altri patogeni suini (virus della peste suina classica, virus della sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini, virus dell'afta epizootica e circovirus suino di tipo 2). Le prestazioni diagnostiche del sistema iiPCR per l’identificazione di ASFV sono state determinate dall'analisi dei vari tipi di campioni di tessuto. Per tutti i test, è stata utilizzata una Real time PCR (RT-PCR) come metodo di riferimento.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 356 volte Ultima modifica il Domenica, 24 Ottobre 2021 12:56

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares