Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7430 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 22 Novembre 2021

Utilità della sieroamiloide A per la diagnosi di sepsi nei puledri neonati

  • I puledri settici avevano una concentrazione mediana di SAA significativamente maggiore rispetto ai puledri malati non settici e sani
Vota questo articolo
(0 Voti)

SickFoal AELa sepsi è una causa importante di morbilità e mortalità nei puledri neonati, soprattutto durante i primi sette giorni di vita. La diagnosi di sepsi nei puledri neonati può essere difficile perché i segni clinici sono spesso ambigui e non specifici. L’obiettivo del presente studio era quello di determinare se la principale proteina di fase acuta sieroamiloide A (SAA), misurata tramite un test point-of-care, possa essere utilizzata come biomarker di sepsi.

Nel presente studio retrospettivo la diagnosi clinica di sepsi è stata ottenuta sulla base di emocoltura batterica positiva o score di sepsi positivo. Sono stati inclusi puledri neonati di età inferiore a 36 ore, i quali sono stati divisi in 3 gruppi: clinicamente sani, malati non settici o settici.

Il contenuto completo è libero e gratuito per gli ISCRITTI. Accedi da questo link.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 249 volte Ultima modifica il Domenica, 21 Novembre 2021 13:42

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares