Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Prevalenza del carcinoma squamocellulare nella specie bovina

  • La localizzazione oculare era la più frequente
Vota questo articolo
(0 Voti)

squamocellulare vaccaLo scopo degli autori dello studio era di indagare l’incidenza del carcinoma squamocellulare e l'outcome dopo il trattamento chirurgico nelle vacche. Lo studio ha incluso sei vacche con carcinoma squamocellulare (confermato in 5 bovini e sospettato in 1). Tutti i bovini sono stati sottoposti a esame clinico e test aggiuntivi per confermare la diagnosi. Sono stati registrati razza, età, sesso, localizzazione della neoplasia e trattamento. In un questionario telefonico ai proprietari sono state chieste informazioni relative alla sopravvivenza, l'abbattimento, l'integrazione nella mandria dopo la dimissione dalla clinica, la guarigione delle ferite e la recidiva di neoplasie. 

Cinque carcinomi a cellule squamose oculari sono stati diagnosticati durante il periodo di studio. Non è stato possibile diagnosticare con certezza un'altra neoplasia della parete toracica dorsolaterale di una mucca; tuttavia, tale neoformazione aveva caratteristiche clinicopatologiche riferibili a carcinoma a cellule squamose. Due vacche con carcinoma a cellule squamose oculari sono state soppresse. La prognosi e l'outcome del carcinoma a cellule squamose dipendono dalla diagnosi precoce dei segni clinici, dalla presenza di metastasi e dai tempi di rimozione del tumore. 

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 245 volte Ultima modifica il Martedì, 18 Gennaio 2022 23:13

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares