Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7610 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 24 Gennaio 2022

Complicazioni nei cani sottoposti a chirurgie per ernie discali toracolombari

  • Le durate del ricovero e dell'anestesia si correlavano allo sviluppo di sintomi gastrointestinali
Vota questo articolo
(0 Voti)

ernia toracolombareLe complicazioni gastrointestinali (GI) e le loro manifestazioni cliniche sono scarsamente caratterizzate nei cani trattati chirurgicamente per protrusioni acute del disco intervertebrale toracolombare (TL-IVDE). L'obiettivo degli autori di questo studio retrospettivo era quello di caratterizzare i sintomi gastrointestinali (inclusi vomito, diarrea, melena ed ematochezia) nei cani sottoposti a emilaminectomia per TL-IVDE acuta. 

Sono stati inclusi nello studio 116 cani. La frequenza, il tipo e la gravità dei sintomi gastrointestinali durante il ricovero, la durata del ricovero e l'outcome sono stati ottenuti attraverso le revisioni delle cartelle cliniche dei pazienti. I potenziali fattori di rischio per lo sviluppo delle manifestazioni gastrointestinali sono stati esplorati utilizzando analisi univariate e multivariate. I Sintomi gastrointestinali si sono verificati in 55/116 cani (47%); 22/55 cani (40%) hanno avuto un episodio e 21/55 (38%) hanno avuto ≥5 episodi. La diarrea era la più comune (40/55, 73%) tra le manifestazioni cliniche, mentre gli episodi di melena erano rari (1/55, 2%). I sintomi gastrointestinali si sono sviluppati in 8/11 cani (73%) trattati nel periodo perioperatorio sia con antinfiammatori non steroidei che con corticosteroidi con o senza un periodo di washout e in 25/52 cani (48%) trattati profilatticamente con inibitori della pompa protonica. L'ospedalizzazione mediana è stata di 7 giorni (4-15 giorni) nei pazienti con manifestazioni gastrointestinali e di 5 giorni (4-11 giorni) nei cani senza sintomi gastrointestinali. La durata del ricovero è stata associata allo sviluppo di qualsiasi sintomo gastrointestinale, di diarrea e di manifestazioni gastrointestinali più gravi (p = 0,001, 0,005, 0,021, rispettivamente). Lo sviluppo di segni gastrointestinali più gravi si associava alla paraplegia preoperatoria con percezione del dolore assente all'analisi univariata (p= 0,005) e alla durata dell'anestesia più lunga nell'analisi multivariata (p = 0,047). 

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 289 volte Ultima modifica il Domenica, 23 Gennaio 2022 11:39

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares