Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 02 Febbraio 2022

Outcome dei cani e gatti trattati con ventilazione a pressione positiva

  • Ventotto/127 pazienti sono sopravvissuti in seguito a ventilazione assistita
Vota questo articolo
(0 Voti)

ventilation dog catL’obiettivo degli autori dello studio era quello di determinare le indicazioni e l’outcome della ventilazione a pressione positiva (PPV) nel cane e nel gatto; obiettivo secondario era l’identificazione di eventuali fattori associati al successo dello svezzamento terapeutico.

Sono state revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche di 111 cani e 16 gatti; di tali pazienti, sono stati registrati dati relativi a: ​​segnalamento, indicazione per PPV, caratteristiche del paziente, esame emogasanalitico, variabili del ventilatore durante la PPV, durata della PPV ed outcome. I cani erano più comunemente sottoposti a ventilazione assistita per polmoniti (36/111; 32%), mentre i gatti a causa di malattie polmonari multiple (8/16; 50%). La durata mediana del PPV per tutti gli animali era di 25,7 h (intervallo, 0,1-957 h). La PPV a lungo termine (≥24 h) è stata eseguita nel 53% dei casi. Non sono state notate differenze nei tassi di successo dello svezzamento dalla ventilazione tra i casi ventilati per eziologie polmonari (23/99; 23%) rispetto a quelli con malattie non polmonari (9/28; 32%). Complessivamente, 32 su 127 animali (25%; 30 cani, 2 gatti) sono stati svezzati con successo da PPV e 28 su 127 (22%; 26 cani, 2 gatti) sono sopravvissuti alla dimissione dall'ospedale. La ventilazione a lungo termine aveva una maggiore probabilità di successo dello svezzamento (26/67 [39%] vs 6/60 [10%], p = 0,0002) e tassi più elevati di sopravvivenza alla dimissione (23/67 [34%] vs 5/ 60 [8%], p = 0,0005), rispetto alla ventilazione a breve termine. Gli animali con Pao2 /Fio2 e Spo2 /Fio2 più alti e punteggi APPLE e SOFA più bassi al giorno 1 di PPV avevano maggiori probabilità di essere svezzati (p ​​<0,03).

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 332 volte Ultima modifica il Lunedì, 31 Gennaio 2022 18:05

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares