Stampa questa pagina
Mercoledì, 04 Maggio 2022

Uso endovenoso, transmucosale e intranasale della buprenorfina nel cane

  • Confrontare le concentrazioni plasmatiche e la farmacocinetica di una soluzione concentrata di buprenorfina
Vota questo articolo
(0 Voti)

dog medicine shutterstock 221154205Una terapia analgesica efficace è di fondamentale importanza negli animali, ma le opzioni terapeutiche per il trattamento del dolore acuto nei cani in regime ambulatoriale sono limitate. L'obiettivo di questo studio era quello di confrontare le concentrazioni plasmatiche e la farmacocinetica di una soluzione concentrata di buprenorfina somministrata per via endovenosa, intranasale e per via orale transmucosale (oral transmucosal, OTM) nel cane.

In questo studio randomizzato crossover sono stati inclusi nello studio 5 cani maschi adulti sani. I cani hanno ricevuto 0,03 mg/kg di peso corporeo di buprenorfina per via endovenosa, intranasale o per via OTM, con un periodo di washout minimo di 72 ore tra i trattamenti. I campioni di sangue sono stati raccolti a intervalli multipli fino a 24 ore dopo la somministrazione e le concentrazioni plasmatiche di buprenorfina sono state determinate mediante spettrometria di massa tandem con cromatografia liquida.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 262 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Maggio 2022 19:44