Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7663 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 23 Maggio 2022

Associazione tra FIV e Leishmania infantum nel gatto

  • I gatti FIV+ avevano un rischio 2,8 volte maggiore di presentare anticorpi anti-L. infantum
Vota questo articolo
(0 Voti)

leishmaniasisLa leishmaniosi felina causata da Leishmania infantum è spesso associata all'infezione da virus dell'immunodeficienza felina (FIV); tuttavia, non è noto il ruolo e il significato clinico di questa coinfezione. L’obiettivo di questo studio era quello di valutare se la FIV fosse associata all'infezione da L. infantum nei gatti provenienti da aree endemiche. Un ulteriore obiettivo era quello di descrivere i segni clinici e le alterazioni ematologiche nei gatti con coinfezione FIV/L. infantum.

È stato condotto uno studio retrospettivo caso-controllo. I dati dell'esame clinico e dell'emocromo sono stati ottenuti da una coorte di 705 gatti esaminati per studi epidemiologici sulla leishmaniosi felina condotti tra il 2012 e il 2019. Sono stati selezionati novantuno casi FIV+ e 182 gatti di controllo FIV-. Gli anticorpi IgG anti-Leishmania sono stati rilevati mediante immunofluorescenza indiretta (indirect-immunofluorescence test, IFAT). Il DNA di Leishmania è stato ricercato nel sangue, nei tamponi orali e congiuntivali mediante PCR quantitativa real-time.

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.


Antonio Maria Tardo Med Vet PhD Student

Letto 226 volte Ultima modifica il Domenica, 22 Maggio 2022 12:07

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares