Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7700 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 25 Luglio 2022

Trattamento delle infezioni da ciatostomi nel cavallo

  • Non vi erano differenze tra i pazienti trattati con moxidectina e quelli che hanno ricevuto ivermectina
Vota questo articolo
(0 Voti)

ciatostomiGli autori dello studio avevano lo scopo di raccogliere informazioni sulle risposte infiammatorie locali e sistemiche e sui componenti associati alle cellule caliciformi mucipare (goblet cell), dopo il trattamento antielmintico con moxidectina e ivermectina, nei cavalli naturalmente infettati da ciatostomi.

Nello studio sono stati inclusi 36 cavalli di età compresa tra 2 e 5 anni; questi, successivamente, sono stati assegnati in modo casuale a tre gruppi. Il gruppo 1 ha ricevuto ivermectina/praziquantel (0,2 mg/kg), il gruppo 2 ha ricevuto moxidectina/praziquantel (0,4 mg/kg) e il gruppo 3 era costituito da pazienti non trattati (gruppo controllo). Campioni bioptici del cieco e del colon dorsale e ventrale sono stati utilizzati per la valutazione istopatologica e conservati per l'isolamento dell'RNA e l'analisi dell'espressione genica. Anche il sangue intero è stato raccolto settimanalmente per l'analisi dell'espressione genica. Il gruppo di controllo presentava un'infiammazione significativamente più elevata associata a score larvali più elevati. I gruppi di trattamento non hanno evidenziato differenze nella conta delle larve e nelle popolazioni di cellule infiammatorie (p>0,05). I conteggi delle larve della mucosa erano correlati positivamente con i punteggi dell'iperplasia delle cellule caliciformi (p = 0,047). Il gruppo trattato con moxidectina aveva un'espressione significativamente più bassa di IFN-γ (p <0,05).

Per leggere l’articolo completo devi fare login con i tuoi codici EGO.

Scritto da
Michele Tumbarello Med Vet PhD student

Letto 206 volte Ultima modifica il Lunedì, 18 Luglio 2022 17:28

vetchannel.jpg

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares