Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6351 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 17 Settembre 2010

Intossicazione letale da ricino in due cani

  • La pianta contenuta in un fertilizzante causa di decesso in 2-3 giorni
Vota questo articolo
(0 Voti)
Intossicazione letale da ricino in due caniDue cani adulti sviluppavano un'intossicazione dopo ingestione di un fertilizzante contenente materiale vegetale derivato dalla pianta del ricino (Ricinus communis L.). Entrambi i cani morivano entro 2 e 3 giorni dopo i primi segni di vomito e diarrea emorragica abbondante. Si effettuavano gli esami tossicologici e istopatologici su più organi.

L’esame istopatologico dei reni rivelava degenerazione e necrosi tubulare e glomerulonefrite membranosa. Inoltre, si riscontravano degenerazione del miocardio con infiammazione localizzata, necrosi linfoide, deplezione della milza e dei linfonodi mesenterici e gastroenterite ulcerativa emorragica.

Sulla scorta di questi due casi, concludono gli autori, potrebbe essere individuata la dose letale del ricino nel cane e le conseguenti lesioni istopatologiche.


“Lethal ricin intoxication in two adult dogs: toxicologic and histopathologic findings”. Stefan Roels, Vera Coopman, Pascal Vanhaelen, Jan Cordonnier. J Vet Diagn Invest. May 2010; 22 (3):466-8.



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Intossicazione letale da ricino in due caniDue cani adulti sviluppavano un'intossicazione dopo ingestione di un fertilizzante contenente materiale vegetale derivato dalla pianta del ricino (Ricinus communis L.). Entrambi i cani morivano entro 2 e 3 giorni dopo i primi segni di vomito e diarrea emorragica abbondante. Si effettuavano gli esami tossicologici e istopatologici su più organi.

L’esame istopatologico dei reni rivelava degenerazione e necrosi tubulare e glomerulonefrite membranosa. Inoltre, si riscontravano degenerazione del miocardio con infiammazione localizzata, necrosi linfoide, deplezione della milza e dei linfonodi mesenterici e gastroenterite ulcerativa emorragica.

Sulla scorta di questi due casi, concludono gli autori, potrebbe essere individuata la dose letale del ricino nel cane e le conseguenti lesioni istopatologiche.


“Lethal ricin intoxication in two adult dogs: toxicologic and histopathologic findings”. Stefan Roels, Vera Coopman, Pascal Vanhaelen, Jan Cordonnier. J Vet Diagn Invest. May 2010; 22 (3):466-8.



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 656 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.