Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6270 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 19 Settembre 2014

Tumori uterini della cagna: aspetti radiografici ed ecografici

  • L’ecografia è utile per identificare le neoplasie di corpo e cervice; più complessa la dimostrazione dell'origine dai corni uterini
Vota questo articolo
(0 Voti)
Tumori uterini della cagna: aspetti radiografici ed ecograficiUno studio retrospettivo ha descritto gli aspetti radiografici ed ecografici dei tumori uterini confermati istologicamente in 9 cagne intere. L’esame radiografico rivelava un'opacità riferibile ai tessuti molli localizzata tra la vescica e il colon in 6 cagne su 7 con tumori del corpo e/o della cervice uterina e un'opacità riferibile ai tessuti molli nell'addome medio-ventrale in due cagne con tumori dei corni uterini.

L'esame ecografico rivelava la presenza di masse in tutte le cagne con tumori di corpo/cervice e consentiva di delineare l'origine della massa in un soggetto su due con tumore dei corni uterini. Ecograficamente, la massa era caratterizzata come solida in 3 soggetti (tutti leiomiomi), solida con componente cistica in 4 soggetti (2 adenocarcinomi, 1 leiomioma e 1 fibroleiomioma) e cistica in due soggetti (entrambi leiomiomi). In 3 cagne si osservavano foci iperecogeni all'interno della massa.

L'ecografia era una metodica utile per dimostrare la presenza di tumori del corpo e/o della cervice uterina, ma non consentiva di accertare l'origine della massa da un corno uterino a meno che non vi fosse evidenza di un corno al quale farla risalire. L'aspetto ecografico dei tumori uterini era variabile e il tipo di neoplasia poteva essere determinato solo mediante esame istologico delle masse, concludono gli autori.


“Radiographic and Ultrasonographic Findings of Uterine Neoplasms in Nine Dogs.” Michail Patsikas, Lysimachos G. Papazoglou, Samuel Jakovljevic, Nikolaos G. Papaioannou, Paraskevi L. Papadopoulou, Christina B. Soultani, Ioannis A. Chryssogonidis, Konstantinos A. Kouskouras, Nikolaos E. Tziris, and Afroditi A. Charitanti (2014). Journal of the American Animal Hospital Association: Sep/Oct 2014, Vol. 50, No. 5, pp. 330-337.

Approfondisci su VETPEDIA: Tumori uterini della cagna e della gatta




Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tumori uterini della cagna: aspetti radiografici ed ecograficiUno studio retrospettivo ha descritto gli aspetti radiografici ed ecografici dei tumori uterini confermati istologicamente in 9 cagne intere. L’esame radiografico rivelava un'opacità riferibile ai tessuti molli localizzata tra la vescica e il colon in 6 cagne su 7 con tumori del corpo e/o della cervice uterina e un'opacità riferibile ai tessuti molli nell'addome medio-ventrale in due cagne con tumori dei corni uterini.

L'esame ecografico rivelava la presenza di masse in tutte le cagne con tumori di corpo/cervice e consentiva di delineare l'origine della massa in un soggetto su due con tumore dei corni uterini. Ecograficamente, la massa era caratterizzata come solida in 3 soggetti (tutti leiomiomi), solida con componente cistica in 4 soggetti (2 adenocarcinomi, 1 leiomioma e 1 fibroleiomioma) e cistica in due soggetti (entrambi leiomiomi). In 3 cagne si osservavano foci iperecogeni all'interno della massa.

L'ecografia era una metodica utile per dimostrare la presenza di tumori del corpo e/o della cervice uterina, ma non consentiva di accertare l'origine della massa da un corno uterino a meno che non vi fosse evidenza di un corno al quale farla risalire. L'aspetto ecografico dei tumori uterini era variabile e il tipo di neoplasia poteva essere determinato solo mediante esame istologico delle masse, concludono gli autori.


“Radiographic and Ultrasonographic Findings of Uterine Neoplasms in Nine Dogs.” Michail Patsikas, Lysimachos G. Papazoglou, Samuel Jakovljevic, Nikolaos G. Papaioannou, Paraskevi L. Papadopoulou, Christina B. Soultani, Ioannis A. Chryssogonidis, Konstantinos A. Kouskouras, Nikolaos E. Tziris, and Afroditi A. Charitanti (2014). Journal of the American Animal Hospital Association: Sep/Oct 2014, Vol. 50, No. 5, pp. 330-337.

Approfondisci su VETPEDIA: Tumori uterini della cagna e della gatta




Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 1014 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.