Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 09 Maggio 2003

Uccelli a Tenerife

  • Si è svolta con successo a Tenerife la Conferenza europea di medicina aviare.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Uccelli a TenerifeLo scorso 22-26 aprile si è svolta a Tenerife, nelle Canarie, la 7º Conferenza Europea della Association of Avian Veterinarians (EAAV), in concomitanza col 5º Meeting Scientifico dello European College of Avian Medicine and Surgery (ECAMS).

Organizzata da Lorenzo Crosta, eletto in questa occasione e per la seconda volta Chairman Europeo dei Veterinari Aviari, la Conferenza è stata seguita da circa 200 partecipanti provenienti da tutto il mondo (29 nazioni). Nutrita anche la partecipazione italiana, con 18 partecipanti.

L'evento si tiene ogni due anni e i prossimi appuntamenti programmati sono nel 2005 ad Arles (Francia) e nel 2007 a Zurigo (Svizzera).

Il primo giorno era dedicato alle relazioni dell'ECAMS, mentre i tre giorni successivi alla main conference. Il sabato, 26 aprile, come da tradizione, si sono svolti 7 laboratori pratici, presso l'Università di La Laguna, facoltà di Biologia.

Fra i "bonus" previsti dal congresso, molto accattivante era l'accesso libero al Loro Parque, di cui il collega Crosta è Direttore veterinario, per tutta la settimana. Questa struttura costituisce la collezione di pappagalli più grande del mondo, ma ci sono moltissimi altri esotici, fra cui il piú grande pinguinario d'Europa, gorilla, tigri, giaguari, delfini, leoni marini ecc. (www.loroparque.com).

Anche i relatori provenivano da tutto il mondo, in particolare da USA Germania, Regno Unito, Canada, oltre a 5 relatori italiani.

Chiediamo a Lorenzo Crosta, "deus ex machina" della conferenza, un breve resoconto delle principali novità scientifiche emerse. "Per quanto riguarda il controllo della fertilitá negli uccelli, passi enormi sono stati fatti nelle tecniche di valutazione della fertilità maschile nei soggetti non destinati alla produzione avicola. Sono poi state presentate da alcuni autori relazioni interessanti sull'analisi del seme aviare (Jaime Samour, Tome Bailey e Gaby Stelzer), quasi a complemento delle ricerche svolte da sottoscritto sulle tecniche di biopsia testicolare in endoscopia. Per le malattie infettive, si è fatta avanti l'ipotesi di una possibile co-partecipazione di un paramyxovirus nella PDD (proventricular dilatation disease)(Christian Grund), e si è sondato il rapporto papillomatosi cloacale-herpesvirus e la possible connessione con la malattia di Pacheco (R. Johne). Ottimo infine lo studio sulla diffusione in Italia del circovirus che causa la PBFD (malattia del becco e delle penne dei pappagalli)(Elena Bert). Per le malattie micotiche, interessanti le relazioni sulla megabatteriosi (David Phalen e Giacomo Rossi). Nel campo della diagnostica, ottimo ed esaustivo il lavoro sull'elettroforesi delle proteine nei papagalli (Marcellus Bürkle). D'attualità la parte sui problemi della riabilitazione degli uccelli "impetroliati" (Sophie Le Drean-Quenec'hdu, Emmanuel Risi). Pregevole l'utilizzo di un fissatore esterno nella correzione delle deviazioni laterali del becco nei pappagalli (Brian Speer)."









Uccelli a TenerifeLo scorso 22-26 aprile si è svolta a Tenerife, nelle Canarie, la 7º Conferenza Europea della Association of Avian Veterinarians (EAAV), in concomitanza col 5º Meeting Scientifico dello European College of Avian Medicine and Surgery (ECAMS).

Organizzata da Lorenzo Crosta, eletto in questa occasione e per la seconda volta Chairman Europeo dei Veterinari Aviari, la Conferenza è stata seguita da circa 200 partecipanti provenienti da tutto il mondo (29 nazioni). Nutrita anche la partecipazione italiana, con 18 partecipanti.

L'evento si tiene ogni due anni e i prossimi appuntamenti programmati sono nel 2005 ad Arles (Francia) e nel 2007 a Zurigo (Svizzera).

Il primo giorno era dedicato alle relazioni dell'ECAMS, mentre i tre giorni successivi alla main conference. Il sabato, 26 aprile, come da tradizione, si sono svolti 7 laboratori pratici, presso l'Università di La Laguna, facoltà di Biologia.

Fra i "bonus" previsti dal congresso, molto accattivante era l'accesso libero al Loro Parque, di cui il collega Crosta è Direttore veterinario, per tutta la settimana. Questa struttura costituisce la collezione di pappagalli più grande del mondo, ma ci sono moltissimi altri esotici, fra cui il piú grande pinguinario d'Europa, gorilla, tigri, giaguari, delfini, leoni marini ecc. (www.loroparque.com).

Anche i relatori provenivano da tutto il mondo, in particolare da USA Germania, Regno Unito, Canada, oltre a 5 relatori italiani.

Chiediamo a Lorenzo Crosta, "deus ex machina" della conferenza, un breve resoconto delle principali novità scientifiche emerse. "Per quanto riguarda il controllo della fertilitá negli uccelli, passi enormi sono stati fatti nelle tecniche di valutazione della fertilità maschile nei soggetti non destinati alla produzione avicola. Sono poi state presentate da alcuni autori relazioni interessanti sull'analisi del seme aviare (Jaime Samour, Tome Bailey e Gaby Stelzer), quasi a complemento delle ricerche svolte da sottoscritto sulle tecniche di biopsia testicolare in endoscopia. Per le malattie infettive, si è fatta avanti l'ipotesi di una possibile co-partecipazione di un paramyxovirus nella PDD (proventricular dilatation disease)(Christian Grund), e si è sondato il rapporto papillomatosi cloacale-herpesvirus e la possible connessione con la malattia di Pacheco (R. Johne). Ottimo infine lo studio sulla diffusione in Italia del circovirus che causa la PBFD (malattia del becco e delle penne dei pappagalli)(Elena Bert). Per le malattie micotiche, interessanti le relazioni sulla megabatteriosi (David Phalen e Giacomo Rossi). Nel campo della diagnostica, ottimo ed esaustivo il lavoro sull'elettroforesi delle proteine nei papagalli (Marcellus Bürkle). D'attualità la parte sui problemi della riabilitazione degli uccelli "impetroliati" (Sophie Le Drean-Quenec'hdu, Emmanuel Risi). Pregevole l'utilizzo di un fissatore esterno nella correzione delle deviazioni laterali del becco nei pappagalli (Brian Speer)."









Letto 909 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.