Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6423 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Lunedì, 20 Ottobre 2014

Benessere della capra da latte: indicatori basati sugli animali in allevamento

  • Alcuni parametri devono essere ulteriormente analizzati e strutturati prima di essere inclusi in uno schema di valutazione del benessere valido, affidabile e praticabile
Vota questo articolo
(0 Voti)
Benessere della capra da latte: indicatori basati sugli animali in allevamentoUno studio ha rivisto gli indicatori di benessere basati sugli animali per lo sviluppo di uno schema di valutazione del benessere della capra da latte valido, affidabile e praticabile in allevamento. Gli indicatori venivano considerati alla luce dei quattro principi accettati (alimentazione corretta, stabulazione adeguata, buona salute e comportamento appropriato), suddivisi in 12 criteri sviluppati dallo European Welfare Quality program. Lo studio ha esaminato gli indicatori pratici utilizzabili in allevamento, escludendo quelli che richiedono l'utilizzo di strumenti specifici o analisi di laboratorio e quelli registrati al macello.

Gli indicatori più promettenti per la valutazione del principio di "alimentazione corretta" sono il punteggio di condizione corporea, le condizioni del mantello e l'attesa in coda alla mangiatoia o agli abbeveratoi. Per quanto riguarda la "stabulazione adeguata", alcuni indicatori sono stati considerati promettenti per la valutazione del “comfort durante il riposo" (es., riposo a contatto con una parete) o del "comfort termico" (punteggio di polipnea per l'identificazione dello stress da calore e punteggio di brividi per l'identificazione dello stress da freddo). Si identificavano numerosi indicatori di "buona salute", quali zoppia, ipercrescita degli unghielli, presenza di ascessi esterni e condizioni del mantello . Per quanto riguarda il principio di "comportamento appropriato", si identificavano diversi criteri: il comportamento agonistico è ampiamente utilizzato come criterio di “espressione di comportamento sociale”, ma spesso non è adatto a una valutazione in azienda. Il tempo di latenza per il primo contatto e la distanza di fuga possono essere utilizzati come criteri per la valutazione della qualità della relazione uomo-animale. La valutazione qualitativa del comportamento sembra essere un indicatore promettente per valutare il criterio di "stato emotivo positivo". Per la maggior parte dei criteri considerati si identificavano indicatori promettenti, tuttavia non si identificavano indicatori validi per "espressione di altri comportamenti".

L'affidabilità inter-osservatore è stata raramente valutata e merita ulteriore attenzione. In contrasto, l'affidabilità intra-osservatore a breve termine viene valutata frequentemente e alcuni studi hanno considerato l'affidabilità a medio e lungo termine.

La praticabilità nelle aziende commerciali della maggior parte degli indicatori rivisti deve ancora essere accuratamente valutata, dato che molti studi sono stati condotti in condizioni sperimentali. Lo studio sottolinea alcuni aspetti del benessere delle capre che sono stati ampiamente studiati tuttavia alcuni indicatori devono essere ulteriormente analizzati e strutturati prima di essere inclusi in uno schema di valutazione del benessere valido, affidabile e praticabile. Gli indicatori selezionati ed esaminati possono costituire un punto di inizio molto valido per lo sviluppo di un protocollo utilizzabile in allevamento per le capre da latte, concludono gli autori.


“Animal-based indicators for on-farm welfare assessment for dairy goats” M. Battini, A. Vieira, S. Barbieri, I. Ajuda, G. Stilwell, S. Mattiello. Journal of Dairy Science. Volume 97, Issue 11, Pages 6625–6648, November 2014.



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benessere della capra da latte: indicatori basati sugli animali in allevamentoUno studio ha rivisto gli indicatori di benessere basati sugli animali per lo sviluppo di uno schema di valutazione del benessere della capra da latte valido, affidabile e praticabile in allevamento. Gli indicatori venivano considerati alla luce dei quattro principi accettati (alimentazione corretta, stabulazione adeguata, buona salute e comportamento appropriato), suddivisi in 12 criteri sviluppati dallo European Welfare Quality program. Lo studio ha esaminato gli indicatori pratici utilizzabili in allevamento, escludendo quelli che richiedono l'utilizzo di strumenti specifici o analisi di laboratorio e quelli registrati al macello.

Gli indicatori più promettenti per la valutazione del principio di "alimentazione corretta" sono il punteggio di condizione corporea, le condizioni del mantello e l'attesa in coda alla mangiatoia o agli abbeveratoi. Per quanto riguarda la "stabulazione adeguata", alcuni indicatori sono stati considerati promettenti per la valutazione del “comfort durante il riposo" (es., riposo a contatto con una parete) o del "comfort termico" (punteggio di polipnea per l'identificazione dello stress da calore e punteggio di brividi per l'identificazione dello stress da freddo). Si identificavano numerosi indicatori di "buona salute", quali zoppia, ipercrescita degli unghielli, presenza di ascessi esterni e condizioni del mantello . Per quanto riguarda il principio di "comportamento appropriato", si identificavano diversi criteri: il comportamento agonistico è ampiamente utilizzato come criterio di “espressione di comportamento sociale”, ma spesso non è adatto a una valutazione in azienda. Il tempo di latenza per il primo contatto e la distanza di fuga possono essere utilizzati come criteri per la valutazione della qualità della relazione uomo-animale. La valutazione qualitativa del comportamento sembra essere un indicatore promettente per valutare il criterio di "stato emotivo positivo". Per la maggior parte dei criteri considerati si identificavano indicatori promettenti, tuttavia non si identificavano indicatori validi per "espressione di altri comportamenti".

L'affidabilità inter-osservatore è stata raramente valutata e merita ulteriore attenzione. In contrasto, l'affidabilità intra-osservatore a breve termine viene valutata frequentemente e alcuni studi hanno considerato l'affidabilità a medio e lungo termine.

La praticabilità nelle aziende commerciali della maggior parte degli indicatori rivisti deve ancora essere accuratamente valutata, dato che molti studi sono stati condotti in condizioni sperimentali. Lo studio sottolinea alcuni aspetti del benessere delle capre che sono stati ampiamente studiati tuttavia alcuni indicatori devono essere ulteriormente analizzati e strutturati prima di essere inclusi in uno schema di valutazione del benessere valido, affidabile e praticabile. Gli indicatori selezionati ed esaminati possono costituire un punto di inizio molto valido per lo sviluppo di un protocollo utilizzabile in allevamento per le capre da latte, concludono gli autori.


“Animal-based indicators for on-farm welfare assessment for dairy goats” M. Battini, A. Vieira, S. Barbieri, I. Ajuda, G. Stilwell, S. Mattiello. Journal of Dairy Science. Volume 97, Issue 11, Pages 6625–6648, November 2014.



Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Letto 1365 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.