Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6423 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 03 Ottobre 2014

Sensibilizzazione agli allergeni animali nei veterinari

  • Rischio elevato. Più comune verso cavallo, canarino e bovino
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sensibilizzazione agli allergeni animali nei veterinariGli allergeni animali presenti nell'ambiente e l'esposizione ad essi nei luoghi di lavoro possono causare sensibilizzazione. Uno studio ha analizzato la frequenza di sensibilizzazione agli allergeni animali e i sintomi nei veterinari e negli addetti agli animali da laboratorio. Mediante test allergologico cutaneo (skin prick test) è stata valutata la sensibilizzazione a 15 allergeni di mammiferi e uccelli nelle persone professionalmente a contatto con gli animali (n = 100) e nei controlli (50), registrando inoltre i sintomi e i risultati dei test di funzionalità polmonare.

Il prick test era positivo nel 36% delle persone a contatto professionale con gli animali e nel 10% dei controlli. Le sensibilizzazioni più comuni erano quelle verso cavallo (16% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 0% nei controlli), canarino (16% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 2% nei controlli), bovino (13% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 0% nei controlli), gatto (12% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 6% nei controlli, non significativo), coniglio e criceto (10% ciascuno nei lavoratori a contatto con gli animali versus 0% nei controlli).

Sintomi di tipo allergico erano segnalati da 52 lavoratori a contatto con gli animali, ma solo 36 di essi era positivo al prick test. I test di funzionalità polmonare erano alterati in 12 lavoratori e 6 avevano prick test positivo.

Le persone professionalmente a contatto con gli animali hanno un elevato rischio di sensibilizzazione occupazionale agli allergeni animali. L'esposizione dovrebbe essere ridotta al minimo attraverso misure di controllo ed educazione circa i rischi di esposizione e sensibilizzazione, concludono gli autori.


“Animal allergen sensitization in veterinarians and laboratory animal workers.” Moghtaderi M, Farjadian S, Abbaszadeh Hasiri M. Occup Med (Lond). 2014 Aug 7.


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sensibilizzazione agli allergeni animali nei veterinariGli allergeni animali presenti nell'ambiente e l'esposizione ad essi nei luoghi di lavoro possono causare sensibilizzazione. Uno studio ha analizzato la frequenza di sensibilizzazione agli allergeni animali e i sintomi nei veterinari e negli addetti agli animali da laboratorio. Mediante test allergologico cutaneo (skin prick test) è stata valutata la sensibilizzazione a 15 allergeni di mammiferi e uccelli nelle persone professionalmente a contatto con gli animali (n = 100) e nei controlli (50), registrando inoltre i sintomi e i risultati dei test di funzionalità polmonare.

Il prick test era positivo nel 36% delle persone a contatto professionale con gli animali e nel 10% dei controlli. Le sensibilizzazioni più comuni erano quelle verso cavallo (16% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 0% nei controlli), canarino (16% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 2% nei controlli), bovino (13% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 0% nei controlli), gatto (12% nei lavoratori a contatto con gli animali versus 6% nei controlli, non significativo), coniglio e criceto (10% ciascuno nei lavoratori a contatto con gli animali versus 0% nei controlli).

Sintomi di tipo allergico erano segnalati da 52 lavoratori a contatto con gli animali, ma solo 36 di essi era positivo al prick test. I test di funzionalità polmonare erano alterati in 12 lavoratori e 6 avevano prick test positivo.

Le persone professionalmente a contatto con gli animali hanno un elevato rischio di sensibilizzazione occupazionale agli allergeni animali. L'esposizione dovrebbe essere ridotta al minimo attraverso misure di controllo ed educazione circa i rischi di esposizione e sensibilizzazione, concludono gli autori.


“Animal allergen sensitization in veterinarians and laboratory animal workers.” Moghtaderi M, Farjadian S, Abbaszadeh Hasiri M. Occup Med (Lond). 2014 Aug 7.


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Letto 682 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.