Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 14 Febbraio 2014

Chirurgia di una frattura pelvica in un furetto

  • Fissazione aperta risolutiva con fili di Kirschner e polimetilmetacrilato in un soggetto di 9 mesi
Vota questo articolo
(0 Voti)
Chirurgia di una frattura pelvica in un furettoUn furetto (Mustela putorius furo) di 9 mesi veniva visitato dopo la caduta dal primo piano di un’abitazione (5,5 m). Il soggetto non deambulava e manifestava dolore localizzato alla regione pelvica. L’esame radiografico rivelava una frattura bilaterale del corpo dell’ileo con dislocazione mediale dell’emipelvi sinistra e restringimento del canale pelvico. L’esame radiografico del torace mostrava inoltre fratture costali, contusioni polmonari ed effusione pleurica.

Dopo la stabilizzazione in emergenza del paziente, la frattura del corpo dell’ileo di sinistra veniva riparata con successo utilizzando un sistema di fissazione interna composito con fili di Kirschner e polimetilmetacrilato. Gli impianti consentivano la guarigione della frattura nonostante la mobilizzazione di uno dei fili K. La guarigione ossea si raggiungeva entro 25 giorni, inclusi il ripristino della rigidità pelvica e il mantenimento del diametro del canale pelvico. L’esame ortopedico effettuato 4 mesi dopo la procedura chirurgica era normale. A conoscenza degli autori, si tratta della prima descrizione di riduzione aperta di una frattura pelvica in un furetto.


“Surgical Repair of a Pelvic Fracture in a Ferret (Mustela putorius furo).” Charly Pignon, Rosario Vallefuoco, Nicolas Krumeich, Pierre Moissonnier. Journal of Exotic Pet Medicine. Volume 23, Issue 1, January 2014, Pages 96–100







Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chirurgia di una frattura pelvica in un furettoUn furetto (Mustela putorius furo) di 9 mesi veniva visitato dopo la caduta dal primo piano di un’abitazione (5,5 m). Il soggetto non deambulava e manifestava dolore localizzato alla regione pelvica. L’esame radiografico rivelava una frattura bilaterale del corpo dell’ileo con dislocazione mediale dell’emipelvi sinistra e restringimento del canale pelvico. L’esame radiografico del torace mostrava inoltre fratture costali, contusioni polmonari ed effusione pleurica.

Dopo la stabilizzazione in emergenza del paziente, la frattura del corpo dell’ileo di sinistra veniva riparata con successo utilizzando un sistema di fissazione interna composito con fili di Kirschner e polimetilmetacrilato. Gli impianti consentivano la guarigione della frattura nonostante la mobilizzazione di uno dei fili K. La guarigione ossea si raggiungeva entro 25 giorni, inclusi il ripristino della rigidità pelvica e il mantenimento del diametro del canale pelvico. L’esame ortopedico effettuato 4 mesi dopo la procedura chirurgica era normale. A conoscenza degli autori, si tratta della prima descrizione di riduzione aperta di una frattura pelvica in un furetto.


“Surgical Repair of a Pelvic Fracture in a Ferret (Mustela putorius furo).” Charly Pignon, Rosario Vallefuoco, Nicolas Krumeich, Pierre Moissonnier. Journal of Exotic Pet Medicine. Volume 23, Issue 1, January 2014, Pages 96–100







Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Letto 641 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.