Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6423 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 02 Maggio 2014

Vitamina D sierica più elevata nel coniglio esposto a luce artificiale

  • L'esposizione alle radiazioni UVB aumentava significativamente la concentrazione sierica di 25-idrossivitamina D nei conigli giovani di uno studio
Vota questo articolo
(0 Voti)
Vitamina D sierica più elevata nel coniglio esposto a luce artificiale Uno studio ha determinato gli effetti delle radiazioni UVB prodotte dalla luce artificiale sulla concentrazione serica di 25-idrossivitamina D nel coniglio domestico (Oryctolagus cuniculi). Si includevano 9 conigli domestici giovani. Dopo un periodo di acclimatamento, i conigli venivano anestetizzati con isofluorano e si prelevava un campione ematico iniziale per la determinazione della 25-idrossivitamina D sierica. Si assegnavano a caso i conigli a ricevere un'esposizione alle radiazioni UVB prodotte da due lampade fluorescenti compatte per 12 ore al giorno (n = 5) oppure nessuna supplementazione di UVB (n = 4), cominciando il giorno 1.

La radiazione UVB emessa nella gabbia veniva misurata in 9 punti a circa 34 cm dalla superficie dalla fonte di luce UVB (che rappresentava la posizione dei conigli nella gabbia) dopo 10 ore di esposizione i giorni 1, 8 e 14. Il giorno 14 si prelevava un altro campione ematico per la determinazione della 25-idrossivitamina D.

Il livello di radiazioni UVB era di 8,3-58,1 µW/cm2 nei conigli esposti alla luce e stabilmente < 0,001 µW/cm2 nei soggetti di controllo. La concentrazione sierica media ± SD di 25-idrossivitamina D nei conigli sottoposti o non sottoposti a radiazione UVB supplementare per 14 giorni era significativamente differente (rispettivamente 66,4 ± 14,3 nmol/L e 31,7 ± 9,9 nmol/L).

L'esposizione alle radiazioni UVB prodotte dalla luce artificiale aumentava significativamente la concentrazione sierica di 25-idrossivitamina D nel coniglio giovane. Poiché la vitamina D è essenziale nei vertebrati, i risultati dello studio suggeriscono che l'esposizione a radiazioni UVB supplementari può essere importante nei conigli in cattività, concludono gli autori.


“Effects of ultraviolet radiation produced from artificial lights on serum 25-hydroxyvitamin D concentration in captive domestic rabbits (Oryctolagus cuniculi)” American Journal of Veterinary Research. April 2014, Vol. 75, No. 4, Pages 380-384


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vitamina D sierica più elevata nel coniglio esposto a luce artificiale Uno studio ha determinato gli effetti delle radiazioni UVB prodotte dalla luce artificiale sulla concentrazione serica di 25-idrossivitamina D nel coniglio domestico (Oryctolagus cuniculi). Si includevano 9 conigli domestici giovani. Dopo un periodo di acclimatamento, i conigli venivano anestetizzati con isofluorano e si prelevava un campione ematico iniziale per la determinazione della 25-idrossivitamina D sierica. Si assegnavano a caso i conigli a ricevere un'esposizione alle radiazioni UVB prodotte da due lampade fluorescenti compatte per 12 ore al giorno (n = 5) oppure nessuna supplementazione di UVB (n = 4), cominciando il giorno 1.

La radiazione UVB emessa nella gabbia veniva misurata in 9 punti a circa 34 cm dalla superficie dalla fonte di luce UVB (che rappresentava la posizione dei conigli nella gabbia) dopo 10 ore di esposizione i giorni 1, 8 e 14. Il giorno 14 si prelevava un altro campione ematico per la determinazione della 25-idrossivitamina D.

Il livello di radiazioni UVB era di 8,3-58,1 µW/cm2 nei conigli esposti alla luce e stabilmente < 0,001 µW/cm2 nei soggetti di controllo. La concentrazione sierica media ± SD di 25-idrossivitamina D nei conigli sottoposti o non sottoposti a radiazione UVB supplementare per 14 giorni era significativamente differente (rispettivamente 66,4 ± 14,3 nmol/L e 31,7 ± 9,9 nmol/L).

L'esposizione alle radiazioni UVB prodotte dalla luce artificiale aumentava significativamente la concentrazione sierica di 25-idrossivitamina D nel coniglio giovane. Poiché la vitamina D è essenziale nei vertebrati, i risultati dello studio suggeriscono che l'esposizione a radiazioni UVB supplementari può essere importante nei conigli in cattività, concludono gli autori.


“Effects of ultraviolet radiation produced from artificial lights on serum 25-hydroxyvitamin D concentration in captive domestic rabbits (Oryctolagus cuniculi)” American Journal of Veterinary Research. April 2014, Vol. 75, No. 4, Pages 380-384


Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 1880 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.