Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 18 Aprile 2003

Distribuzione dei parassiti in Europa

  • Mappa europea dei principali parassiti del cane e del gatto trasmessi da vettori.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Distribuzione dei parassiti in EuropaL'università di Liverpool ha siluppato una mappatura "basata su prove" della distribuzione in Europa dei principali parassiti trasmessi da vettori, ovvero Leishmania infantum, Dirofilaria immitis, Dirofilaria repens, Babesia canis ed Ehrlichia canis.
Oltre a fornire ai veterinari e ai ricercatori informazioni utili sulla distribuzione di questi patogeni, lo studio mette anche in luce quali siano le aree in cui l'informazione è inadeguata e dove occorre compiere ulteriori indagini. Alcune aree della mappa disegnata appaiono infatti in maniera incompleta, in parte per la mancanza di studi in merito.
Dallo studio di queste mappe sarà possibile indagare i legami tra infestazioni e informazioni ecologiche, e costruire delle mappe per la valutazione del rischio in Europa. Lo studio evidenzia come le zone circostanti il Mediterraneo sono generalmente endemiche per tutte le parassitosi considerate.
L'utilità per il veterinario pratico risiede nel possedere informazioni di ampio respiro per la prevenzione e per la diagnosi delle infestazioni nei cani e nei gatti viaggiatori.
Gli autori sperano che lo studio costituisca la base per una banca dati che possa fornire un quadro più esaustivo delle principali parassitosi europee e che consenta ai ricercatori di monitorare i cambiamenti di distribuzione conseguenti al movimento degli animali o alle modificazioni climatiche.



Distribuzione dei parassiti in EuropaL'università di Liverpool ha siluppato una mappatura "basata su prove" della distribuzione in Europa dei principali parassiti trasmessi da vettori, ovvero Leishmania infantum, Dirofilaria immitis, Dirofilaria repens, Babesia canis ed Ehrlichia canis.
Oltre a fornire ai veterinari e ai ricercatori informazioni utili sulla distribuzione di questi patogeni, lo studio mette anche in luce quali siano le aree in cui l'informazione è inadeguata e dove occorre compiere ulteriori indagini. Alcune aree della mappa disegnata appaiono infatti in maniera incompleta, in parte per la mancanza di studi in merito.
Dallo studio di queste mappe sarà possibile indagare i legami tra infestazioni e informazioni ecologiche, e costruire delle mappe per la valutazione del rischio in Europa. Lo studio evidenzia come le zone circostanti il Mediterraneo sono generalmente endemiche per tutte le parassitosi considerate.
L'utilità per il veterinario pratico risiede nel possedere informazioni di ampio respiro per la prevenzione e per la diagnosi delle infestazioni nei cani e nei gatti viaggiatori.
Gli autori sperano che lo studio costituisca la base per una banca dati che possa fornire un quadro più esaustivo delle principali parassitosi europee e che consenta ai ricercatori di monitorare i cambiamenti di distribuzione conseguenti al movimento degli animali o alle modificazioni climatiche.



Letto 535 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.