Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6463 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 14 Maggio 2003

In UK, un programma di screening ecografico per la malattia renale policistica del gatto

  • Uno studio inglese in corso da 2 anni si basa sull'esame ecografico renale.
Vota questo articolo
(0 Voti)
In UK, un programma di screening ecografico per la malattia  renale policistica del gattoIl Feline Advisory Bureau (FAB) inglese ha intrapreso, a partire dal novembre 2000, un programma di screening della malattia renale policistica del gatto(PKD)finalizzato alla prevenzione della trasmissione genetica della malattia. Ad oggi, sono stati esaminati 1211 soggetti.

La PKD è una malattia ereditaria a trasmissione autosomica dominante, ovvero ogni gatto che possiede il gene anomalo è affetto dalla malattia. Non esistono portatori sani del gene responsabile. Sono colpiti in maniera prevalente i gatto Persiani e gli Esotici.

Secondo il FAB, ereditando due coppie del gene anomalo (una da ciascun genitore) si sviluppa una forma talmente grave di malattia da non consentire la sopravvivenza. I gatti che invece riescono a raggiungere l'età dell'accoppiamento sono verosimilmente portatori di un gene anomalo e uno normale. Se un gatto con questo patrimonio genetico si accoppia con un gatto non affetto da PKD, il difetto sarà trasmesso al 50% circa dei gattini.

Dei 1211 gatti analizzati, il 40% dei Persiani e il 36% degli Eesotici a pelo corto presentava cisti renali. Poichè può essere molto difficile identificare le cisti nelle fasi precoci, quando sono molto piccole, e non esistendo analisi sul sangue per il marker genetico, l'unico metodo diagnostico affidabile è l'esame ecografico dopo i 10 mesi d'età, utilizzando un ecografo ad alta definizione in grado di identificare le piccole cisti a contenuto liquido presenti nel rene. Nel programma di screening, l'impiego eslusivo di ecografisti veterinari altamente qualificati ha consentito un livello di accuratezza del 98%.

Resta una ridotto numero di gatti con cisti non individuabili mediante ecografia. Dei 1211 gatti sottoposti a screening, si è verificato un errore di interpretazione ecografica accertato solo in nove sggetti (0,7%).

Sottoponendo a screening tutti i gatti Persiani ed esotici a pelo corto, e accopppiando solo quelli non affetti da PKD, la malattia potrebbe essere eradicata. E' stato messo a punto un certificato approvato dal FAB per ogni gatto esaminato nel programma di screening.

Informazioni sono reperibili all'indirizzo e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
In UK, un programma di screening ecografico per la malattia  renale policistica del gattoIl Feline Advisory Bureau (FAB) inglese ha intrapreso, a partire dal novembre 2000, un programma di screening della malattia renale policistica del gatto(PKD)finalizzato alla prevenzione della trasmissione genetica della malattia. Ad oggi, sono stati esaminati 1211 soggetti.

La PKD è una malattia ereditaria a trasmissione autosomica dominante, ovvero ogni gatto che possiede il gene anomalo è affetto dalla malattia. Non esistono portatori sani del gene responsabile. Sono colpiti in maniera prevalente i gatto Persiani e gli Esotici.

Secondo il FAB, ereditando due coppie del gene anomalo (una da ciascun genitore) si sviluppa una forma talmente grave di malattia da non consentire la sopravvivenza. I gatti che invece riescono a raggiungere l'età dell'accoppiamento sono verosimilmente portatori di un gene anomalo e uno normale. Se un gatto con questo patrimonio genetico si accoppia con un gatto non affetto da PKD, il difetto sarà trasmesso al 50% circa dei gattini.

Dei 1211 gatti analizzati, il 40% dei Persiani e il 36% degli Eesotici a pelo corto presentava cisti renali. Poichè può essere molto difficile identificare le cisti nelle fasi precoci, quando sono molto piccole, e non esistendo analisi sul sangue per il marker genetico, l'unico metodo diagnostico affidabile è l'esame ecografico dopo i 10 mesi d'età, utilizzando un ecografo ad alta definizione in grado di identificare le piccole cisti a contenuto liquido presenti nel rene. Nel programma di screening, l'impiego eslusivo di ecografisti veterinari altamente qualificati ha consentito un livello di accuratezza del 98%.

Resta una ridotto numero di gatti con cisti non individuabili mediante ecografia. Dei 1211 gatti sottoposti a screening, si è verificato un errore di interpretazione ecografica accertato solo in nove sggetti (0,7%).

Sottoponendo a screening tutti i gatti Persiani ed esotici a pelo corto, e accopppiando solo quelli non affetti da PKD, la malattia potrebbe essere eradicata. E' stato messo a punto un certificato approvato dal FAB per ogni gatto esaminato nel programma di screening.

Informazioni sono reperibili all'indirizzo e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Letto 478 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.