Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6454 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 18 Aprile 2003

Una relazione tra colore del becco e sistema immunitario degli uccelli

  • Gli ornamenti sessuali potrebbero segnalare lo stato di salute dell'uccello.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Una relazione tra  colore del becco  e sistema immunitario degli uccelliI vistosi becchi rossi o arancioni di certi uccelli maschi non servirebbero soltanto ad attirare l'attenzione della femmina nella stagione di accoppiamento, bensì, secondo una nuova ricerca, sarebbero un indice di un sistema immunitario in salute.

Studiando rispettivamente il colore dei becchi dei diamanti mandarini e dei merli, ricercatori britannici e francesi hanno per la prima volta provato che i becchi colorati dei maschi delle due specie di uccelli danno informazioni sul sistema immunitario degli individui. Scegliendo in base al colore del becco, la femmina selezionerebbe quindi l'individuo più sano.

Questi risultati sono apparsi in due articoli sul numero del 4 aprile della rivista ?Science?. I due studi complementari si basano su specifici aspetti del sistema immunitario. Partono dall'ipotesi, avanzata da molti scienziati, che caratteristiche vistose e frivole sfoggiate da molti animali maschi siano direttamente correlate allo stato di salute dell?animale.

I carotenoidi, i pigmenti rossi e gialli che colorano i becchi dei maschi di alcune specie di uccelli, stimolano la produzione di anticorpi e assorbono alcuni dei radicali liberi che vengono prodotti durante la risposta immunitaria. Gli uccelli non possono sintetizzarli e li devono assumere con la dieta. Questi pigmenti sono stati utilizzati come "moneta biologica" nei due studi citati. Ad esempio, gli scienziati inglesi hanno integrato la dieta degli uccelli con carotenoidi e hanno misurato l'effetto dell'aumentato livello di pigmenti sul sistema immunitario, sul colore del becco e sull'interesse sessuale delle femmine. Come risultato, hanno riscontrato un rinforzo delle difese immunitarie e un colore rosso più intenso dei becchi. Oltre a una maggiore attrazione sessuale esercitatat sulle femmine.



Una relazione tra  colore del becco  e sistema immunitario degli uccelliI vistosi becchi rossi o arancioni di certi uccelli maschi non servirebbero soltanto ad attirare l'attenzione della femmina nella stagione di accoppiamento, bensì, secondo una nuova ricerca, sarebbero un indice di un sistema immunitario in salute.

Studiando rispettivamente il colore dei becchi dei diamanti mandarini e dei merli, ricercatori britannici e francesi hanno per la prima volta provato che i becchi colorati dei maschi delle due specie di uccelli danno informazioni sul sistema immunitario degli individui. Scegliendo in base al colore del becco, la femmina selezionerebbe quindi l'individuo più sano.

Questi risultati sono apparsi in due articoli sul numero del 4 aprile della rivista ?Science?. I due studi complementari si basano su specifici aspetti del sistema immunitario. Partono dall'ipotesi, avanzata da molti scienziati, che caratteristiche vistose e frivole sfoggiate da molti animali maschi siano direttamente correlate allo stato di salute dell?animale.

I carotenoidi, i pigmenti rossi e gialli che colorano i becchi dei maschi di alcune specie di uccelli, stimolano la produzione di anticorpi e assorbono alcuni dei radicali liberi che vengono prodotti durante la risposta immunitaria. Gli uccelli non possono sintetizzarli e li devono assumere con la dieta. Questi pigmenti sono stati utilizzati come "moneta biologica" nei due studi citati. Ad esempio, gli scienziati inglesi hanno integrato la dieta degli uccelli con carotenoidi e hanno misurato l'effetto dell'aumentato livello di pigmenti sul sistema immunitario, sul colore del becco e sull'interesse sessuale delle femmine. Come risultato, hanno riscontrato un rinforzo delle difese immunitarie e un colore rosso più intenso dei becchi. Oltre a una maggiore attrazione sessuale esercitatat sulle femmine.



Letto 1248 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.