Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 23 Aprile 2003

Pratica chirurgica "in campo" al corso base di chirurgia del bovino SIVAR (Cremona, 8-10 maggio 2003)

  • Privilegiati i risvolti pratici della chirurgia bovina.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Pratica chirurgica La giornata teorica del Corso base di chirurgia del bovino organizzato da SIVAR si terrà al Palazzo Trecchi di Cremona, dove verranno descritti i principi generali e le tecniche specifiche di chirurgia.

Ma la vera anima del Corso, quella estremamente pratica, prenderà forma nei giorni successivi, quando gli interventi su soggetti giovani e adulti saranno tenuti in una sala con travaglio, riproducendo così il più possibile le condizioni in cui spesso il veterinario pratico si trova ad operare.

"Il nostro intento è di offrire un corso rivolto a veterinari con esperienza minima di chirurgia e che vogliano approfondire la conoscenza di alcuni interventi in particolare" commenta Paolo Bossi, direttore del Corso. "La scelta di utilizzare per la parte pratica non una sala operatoria vera e propria, ma una sala con un travaglio di una clinica per equini, permette ai colleghi presenti di esercitarsi in situazioni paragonabili a quelle di un buon livello di campo. L'obiettivo è che il partecipante al corso dotato di conoscenze di base di chirurgia possa tornare a casa ed affrontare nella propria pratica gli interventi chirurgici presentati."

Pratica chirurgica La giornata teorica del Corso base di chirurgia del bovino organizzato da SIVAR si terrà al Palazzo Trecchi di Cremona, dove verranno descritti i principi generali e le tecniche specifiche di chirurgia.

Ma la vera anima del Corso, quella estremamente pratica, prenderà forma nei giorni successivi, quando gli interventi su soggetti giovani e adulti saranno tenuti in una sala con travaglio, riproducendo così il più possibile le condizioni in cui spesso il veterinario pratico si trova ad operare.

"Il nostro intento è di offrire un corso rivolto a veterinari con esperienza minima di chirurgia e che vogliano approfondire la conoscenza di alcuni interventi in particolare" commenta Paolo Bossi, direttore del Corso. "La scelta di utilizzare per la parte pratica non una sala operatoria vera e propria, ma una sala con un travaglio di una clinica per equini, permette ai colleghi presenti di esercitarsi in situazioni paragonabili a quelle di un buon livello di campo. L'obiettivo è che il partecipante al corso dotato di conoscenze di base di chirurgia possa tornare a casa ed affrontare nella propria pratica gli interventi chirurgici presentati."

Letto 409 volte

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.