Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6027 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 16 Maggio 2018

Sedazione nel gatto: butorfanolo o buprenorfina in associazione alla dexmedetomidina?

  • Il butorfanolo è l’oppiode che, in associazione alla dexmedetomidina, fornisce una sedazione più efficace e sicura
sedazUno studio prospettico, in cieco, randomizzato si è posto l’obiettivo di confrontare l'effetto sedativo di butorfanolo-dexmedetomidina e buprenorfina-dexmedetomidina dopo somministrazione intramuscolare (IM) nei gatti. Quaranta gatti adulti sono stati assegnati, in maniera randomizzata, a due gruppi: al gruppo BUT venivano somministrati 0,4 mg/kg di butorfanolo in associazione a 10 μg/kg di dexmedetomidina per via IM; nel gruppo BUP, invece, ai 10 μg/kg di dexmedetomidina, venivano associati 2...

Mercoledì, 16 Maggio 2018

Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro nel bulldog inglese

  • Patologia più diffusa nei soggetti di sesso maschile; tempi mediani di sopravvivenza di circa 8 mesi
bulloLa cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro (ARVC, Arrhythmogenic Right Ventricular Cardiomyopathy) è un'importante causa di morte improvvisa nelle persone e nei cani boxer; recentemente questa patologia è stata descritta anche nei cani di razza bulldog inglese. Uno studio retrospettivo ha descritto le caratteristiche cliniche dei bulldog inglesi con diagnosi clinica di ARVC. L'età media dei 31 cani identificati era di 9,2 ± 1,6 anni (range 7-13 anni). I maschi erano 2,9 volte più num...

Mercoledì, 16 Maggio 2018

Salmonellosi nei gechi in cattività

  • Circa 1/3 dei gechi risulta positivo a Salmonella; questi rettili possono rappresentare una fonte di infezioni per uomo e altre specie
gecoI rettili sono considerati un importante serbatoio di Salmonella. Uno studio si è posto l’obiettivo di valutare la prevalenza di Salmonella spp. in diverse specie di geco allevate in Italia come animali domestici. Sono stati inclusi nello studio 70 gechi clinicamente sani. I campioni di tampone fecale prelevati da tali soggetti sono stati esaminati per Salmonella spp.e le colture così ottenute sono state successivamente sottoposte a sierotipizzazione. In 24 dei 70 campioni fecali (34,3%) è sta...

Lunedì, 14 Maggio 2018

Prevalenza e antibioticoresistenza batterica nelle UTI feline

  • Evitare trattamenti empirici e basare la scelta dell’antibiotico sulla coltura urinaria
uti catUno studio retrospettivo, che ha raccolto i dati in un periodo della durata di 5 anni, ha documentato la prevalenza delle specie batteriche nei gatti con infezione delle vie urinarie e ne ha valutato la sensibilità agli antibiotici. Lo studio ha incluso 169 urinocolture positive campionate da 150 gatti. Il 55% dei soggetti mostrava segni clinici di cistite, mentre il 40% aveva una batteriuria subclinica. Escherichia coli, Staphylococcus spp., Enterococcus spp., Streptococcus spp. e Prote...

Lunedì, 14 Maggio 2018

Sedazione nel cane: metadone o butorfanolo in associazione alla dexmedetomidina?

  • Il butorfanolo è l’oppioide che, in associazione alla dexmedetomidina, fornisce una sedazione più efficace
sedazioneI farmaci oppioidi possono essere combinati con agonisti degli alfa-2-adrenocettori per sedare i cani in corso di studi radiografici. Uno studio prospettico, in cieco, randomizzato ha confrontato gli effetti sedativi di metadone o butorfanolo in associazione alla dexmedetomidina in 52 cani sani sottoposti a radiografie del ginocchio. Di ciascun soggetto sono stati valutati: condizioni corporee (BCS, Body Condition Score), temperamento e dolore utilizzando la versione breve della scala del ...

Lunedì, 14 Maggio 2018

Effetto sedativo dell’alfaxalone nella cavia

  • Una dose di 5 mg/kg di alfaxalone IM induce una sedazione efficace e sicura in corso di procedure non invasive minori
caviaUno studio prospettico sperimentale ha valutato l'efficacia e gli effetti collaterali dell’alfaxalone somministrato per via intramuscolare (IM) come agente sedativo in 30 porcellini d'India sottoposti a radiografie diagnostiche. Dopo un attento esame di base, ad ogni soggetto sono stati somministrati 5 mg/kg di alfaxalone IM. In particolare, prima e dopo la sedazione a intervalli di 5 minuti, sono stati valutati: frequenza cardiaca, saturazione di ossigeno, frequenza respiratoria, temperatura cor...

Pagina 3 di 1000

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.