Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6514 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Mercoledì, 10 Luglio 2019

Idromorfone e dexmedetomidina per l'induzione dell’emesi nel gatto

  • L’idromorfone a 0,1 mg/kg SC induce l’emesi nel 75% dei gatti con minori effetti sedativi e bradicardizzanti
emesiL’obiettivo di questo studio prospettico, crossover, in cieco e randomizzato era quello di confrontare l'efficacia dell’idromorfone e della dexmedetomidina nell’indurre l’emesi nei gatti.Sono stati impiegati 12 gatti che hanno ricevuto idromorfone (0,1 mg/kg SC) o dexmedetomidina (7 μg/kg IM) e, nelle 6 ore successive alla somministrazione, sono stati registrati l'incidenza del vomito, il numero di episodi emetici, i segni di nausea (ipersalivazione, leccamento delle labbra), la temperatura...

Mercoledì, 10 Luglio 2019

Mixosarcoma canino

  • Rispetto ad altri sarcomi dei tessuti molli, presenta un più alto tasso di recidiva locale e un maggiore rischio di metastasi ai linfonodi regionali
mixosarcomaI mixosarcomi sono classificati come sarcomi dei tessuti molli. Tuttavia, in letteratura, esistono informazioni limitate riguardo la caratterizzazione clinica dei mixosarcomi cutanei del cane.L'obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di valutare l’incidenza di recidiva locale, l’incidenza di metastasi e la prognosi in corso di mixosarcoma canino....

Mercoledì, 10 Luglio 2019

Antielmintici nell’allevamento caprino

  • Scadente efficacia per molti dei principi attivi comunemente impiegati
apraQuesto studio condotto nel nord Italia mirava a valutare l'efficacia degli antielmintici nelle capre allevate in condizioni di allevamento in montagna.In 8 allevamenti di capre (n = 143 animali), è stata valutata la riduzione della conta delle uova fecali (FECR, faecal egg count reduction) dopo l’esecuzione di un trattamento antielmintico di routine. Inoltre, in 5 allevamenti di capre (n = 135 animali) è stato condotto un test di FECR in condizioni controllate somministrando formulazioni orali di ...

Lunedì, 08 Luglio 2019

Aghi aspirati nella pratica clinica

  • Influenza esercitata dal calibro dell’ago sulla qualità dei preparati citologici
fnaL’indagine tramite ago aspirato (FNA, fine-needle aspiration) è una procedura diagnostica effettuata frequentemente in medicina veterinaria. Tuttavia, non è chiaro se il calibro dell’ago influisca sulla qualità della citologia.Uno studio ha confrontato la qualità dei preparati citologici ottenuti tramite FNA utilizzando aghi da 22 o 25 gauge....

Lunedì, 08 Luglio 2019

Protocollo analgesico in corso di osteoartrosi

  • L’associazione tra ketoprofene a dosaggio ridotto e tramadolo controlla il dolore limitando gli effetti avversi
Massage dogL’obiettivo di questo studio era quello di valutare la sicurezza e l'efficacia di un dosaggio ridotto di ketoprofene in associazione o meno al tramadolo nei cani con osteoartrosi.Sono stati inclusi 5 cani sani, trattati con ketoprofene al dosaggio standard di 2 mg/kg SC come dose d’attacco seguito da 1 mg/kg PO al giorno (gruppo A), e 20 cani con osteoartrosi randomizzati a ricevere un dosaggio ridotto di ketoprofene (dose d’attacco 0,5 mg/kg SC, poi 0,25 mg/kg PO al giorno) da sol...

Lunedì, 08 Luglio 2019

Uso dei bifosfonati nel cavallo: pro e contro

  • Punti di forza e di debolezza e quali benefici nell’ambito della medicina equina
iStock 1000841782I bifosfonati (BF) sono una famiglia di molecole caratterizzate da due proprietà chiave: la capacità di legarsi saldamente al tessuto osseo e l’effetto inibitorio sugli osteoclasti maturi e, quindi, sul riassorbimento osseo. Dal punto di vista chimico, i BF si suddividono in due gruppi: quelli privi di azoto e quelli contenenti azoto. I primi si intromettono nei percorsi energetici dell'osteoclasto, determinando un’interruzione del metabolismo energetico cellulare che e...

Pagina 6 di 1081

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.