Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6270 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Venerdì, 30 Novembre 2018

Eritrocitosi primaria nel gatto

  • Un’opportuna gestione con salasso e terapia medica (idrossiurea) garantisce tempi di sopravvivenza lunghi
sangreUno studio retrospettivo multicentrico ha esaminato una serie di casi di eritrocitosi primaria (EP) nella specie felina allo scopo di ottenere informazioni inerenti alla presentazione clinica e alla progressione della patologia e per fornire indicazioni relativamente alla sua gestione e alla prognosi. Sono stati inclusi 18 gatti con aumento del packed cell volume (PCV> 48%), che avessero effettuato indagini sufficienti per escludere un'eritrocitosi relativa e secondaria e con un follow-up di a...

Venerdì, 30 Novembre 2018

Co-induzione con midazolam e alfaxalone nei cani sani

  • Utilizzare l’alfaxalone seguito dal midazolam nell’induzione riduce l’incidenza di effetti avversi e il fabbisogno di alfaxalone, ma non apporta alcun beneficio cardiovascolare o respiratorio
intubation veterinaryL’obiettivo di questo studio prospettico, randomizzato, controllato era quello di indagare se, invertendo l'ordine di somministrazione di midazolam e alfaxalone in cani sani sottoposti ad anestesia, ciò determinasse una diversa incidenza di alterazioni comportamentali, variasse la dose di alfaxalone necessaria per l’induzione e causasse modificazioni di alcune variabili cardiorespiratorie. Un totale di 33 cani sono stati inizialmente sottoposti a premedicazione ...

Venerdì, 30 Novembre 2018

Variazioni ematologiche in corso di test da sforzo nel cavallo

  • I cavalli con pneumopatie vanno incontro a modificazioni dei parametri ematologici per far fronte al maggiore fabbisogno di ossigeno
horse treadmill 500x300I test da sforzo sono strumenti utili per valutare il livello di forma fisica dei cavalli in fase di allenamento o con una storia di scarso rendimento. Lo scopo di questo studio era quello di valutare le differenze in alcuni parametri ematologici in cavalli sottoposti a test da sforzo su treadmill al fine sia di rilevare la causa responsabile dell’intolleranza all'esercizio fisico sia per valutare il livello di forma fisica prima di una competizione. Sono stat...

Mercoledì, 28 Novembre 2018

Terapia fotodinamica nel carcinoma squamocellulare felino

  • Efficacia molto buona ma non adatta ai tumori di grandi dimensioni e con caratteristiche di invasività
imagesLo scopo di questo studio era quello di valutare l'efficacia della terapia fotodinamica (TFD) in gatti con carcinoma squamocellulare (CSC), e di fornire informazioni relative all’outcome a lungo termine e ai fattori prognostici correlati a questa tipologia di trattamento. I gatti con diagnosi istologica di CSC della testa e del collo hanno ricevuto un'iniezione endovenosa di meta-tetra(idrossilfenil)clorina (mTHPC) e, 4 ore dopo, sono stati sottoposti all’erogazione di una luce a 652 nm, tram...

Mercoledì, 28 Novembre 2018

Carcinoma squamocellulare del planum nasale nel cane

  • Una nuova opzione terapeutica dal minore impatto estetico è rappresentata dalla combinazione tra chirurgia laser ad anidride carbonica e criochirurgia
CSCIl carcinoma a cellule squamose, o carcinoma squamocellulare(CSC), è la neoplasia più comunemente segnalata del planum nasale e il trattamento è di tipo locale. La maxillectomia rostrale e/o l’asportazione chirurgica della porzione del planum nasale interessata sono considerate le tecniche di cura standard per l'escissione del CSC in questa sede. Tuttavia, molti proprietari ritengono inaccettabili le conseguenze estetiche derivanti da queste procedure. L’obiettivo di questo studio era quello di ...

Mercoledì, 28 Novembre 2018

Carcinoma squamocellulare dell’occhio nei cavalli Haflinger

  • Tumore a trasmissione genetica, legato ad una variante missense responsabile della localizzazione sulla membrana nittitante e nel limbo
haflingerIl carcinoma squamocellulare (CSC) è il tumore più comune in sede oculare nel cavallo, con una maggiore incidenza documentata nei cavalli di razza Haflinger. Recentemente, una variante di tipo “senso sbagliato” (missense) di uno specifico gene è stata identificata come fattore di rischio per lo sviluppo del CSC a carico del limbo nei cavalli Haflinger. Dal momento che il CSC nel cavallo interessa spesso la membrana nittitante, gli autori di questo studio hanno ritenuto opportuno indag...

Pagina 7 di 1040

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.