Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Cardiologia

Cardiologia (136)

Venerdì, 13 Febbraio 2009

Insufficienza cardiaca asintomatica: effetto del benazepril

  • I risultati di uno studio al centro del quarto incontro del CHIEF (Canine Hearth-failure International Export Forum)
Insufficienza cardiaca asintomatica: effetto del benazeprilLa condivisione dei risultati emersi da uno studio retrospettivo sui benefici riscontrati nel trattamento con benazepril dell’insufficienza cardiaca canina in fase asintomatica è stata l'obiettivo della quarta sessione del CHIEF (Canine Hearth-failure International Export Forum), un comitato di esperti cardiologi che si riunisce periodicamente per discutere i temi più attuali di cardiologia (Origgio, 15 gennaio 2009). Il comitato ha chiarito inoltre alcuni asp...

Venerdì, 05 Dicembre 2008

Miocardiopatia dilatativa: aspetti clinici, diagnostici e prognostici

  • Colpiti soprattutto cani maschi di razza pura e di taglia medio-grossa
Miocardiopatia dilatativa: aspetti clinici, diagnostici e prognosticiUno studio retrospettivo ha rivisto gli aspetti clinico-diagnostici e i tempi di sopravvivenza della miocardiopatia dilatativa in un'ampia popolazione di cani in Inghilterra (1993 – 2006). I cani affetti da questa patologia erano 369, tutti di razza pura tranne quattro. Le razze più frequentemente affette erano Dobermann e Boxer. Più del 95% dei cani aveva un peso corporeo superiore a 15 Kg e il 73% dei soggetti erano maschi. La durata media dei segn...

Lunedì, 13 Ottobre 2008

Insufficienza cardiaca congestizia: efficacia del pimobendan

  • Associato alla terapia convenzionale per la malattia valvolare degenerativa, migliora la prognosi nel cane
Insufficienza cardiaca congestizia: efficacia del pimobendanUn vasto studio clinico della durata di tre anni ha considerato il trattamento dell’insufficienza cardiaca congestizia nel cane. Denominato QUEST (Quality of life and Extension of Survival Time) ha valutato l’efficacia del trattamento con pimobendan rispetto al trattamento con benazepril sul tempo di sopravvivenza dei cani con insufficienza cardiaca congestizia (CHF) da malattia valvolare degenerativa (MMVD, Myxomatous Mitral Valve Disease). L'insufficienza...

Mercoledì, 25 Giugno 2008

Cardiopatie congenite del Boxer: screening in Italia

  • Stenosi aortica o polmonare nel dodici per cento circa dei cani di questa razza
Cardiopatie congenite del Boxer: screening in ItaliaSono stati pubblicati i risultati di uno screening obbligatorio di razza delle cardiopatie congenite del Boxer effettuato nel corso di 6 anni (1999-2004), mediante esame clinico ed ecocardiografico, nel nostro Paese. Sono state riviste le cartelle cliniche di 1283 Boxer, 165 dei quali (12,86%) risultavano essere affetti da una cardiopatia, soprattutto da stenosi aortica o polmonare. Il confronto tra questi risultati e quelli di un precedente studio mostrava una minore p...

Mercoledì, 07 Maggio 2008

Cardiopatie nel bovino: differenziazione e decision making

  • Fondamentale una buona auscultazione cardiaca
Cardiopatie nel bovino: differenziazione e idecision making/iUno studio ha esaminato retrospettivamente 116 casi di cardiopatia in altrettanti bovini. Sulla base dei risultati dell'esame post mortem, si identificavano 152 casi di endocardite, 39 di pericardite e 25 difetti cardiaci congeniti. Lo strumento clinico più utile per la differenziazione tra queste condizioni era l’auscultazione cardiaca. In presenza di pericardite si avvertivano suoni cardiaci attutiti, mentre i casi di endocardite e i difetti cardiaci congen...

Lunedì, 28 Aprile 2008

Il soffio cardiaco non influenza la performance atletica del cavallo

  • E’ conseguenza di normali adattamenti cardiaci all'esercizio, secondo uno studio
Il soffio cardiaco non influenza la performance atletica del cavalloIl soffio cardiaco associato a rigurgito valvolare è comune nei cavalli da corsa ma non influenza negativamente la performance atletica. Uno studio ha confrontato le prestazioni sportive dei cavalli con soffio cardiaco con quelle dei cavalli normali. I soggetti, 526 purosangue da corsa, venivano ripetutamente valutati mediante auscultazione cardiaca ed ecografia color flow Doppler. I risultati non mostravano differenze significative nella prevalenza e g...

Venerdì, 25 Gennaio 2008

Effusione pericardica felina

  • Spesso, ma non sempre, è associata a patologia polmonare o pleurica
Effusione pericardica felinaUno studio ha rivisto 83 casi di effusione pericardica felina per determinare le principali cause e il significato clinico della condizione. Le cause più comuni erano la miocardiopatia ipertrofica con insufficienza cardiaca congestizia, le neoplasie e le infezioni sistemiche. Nella maggior parte dei casi era presente effusione pleurica o edema polmonare concomitante o secondario, con segni clinici di malattia respiratoria. Tuttavia, molti casi erano affetti esclusivamente da effusione perica...

Mercoledì, 18 Luglio 2007

Dotto arterioso pervio: legatura chirurgica o occlusione con catetere

  • Entrambe valide le metodiche in uno studio, con alcune differenze
Dotto arterioso pervio: legatura chirurgica o occlusione con catetereUno studio retrospettivo ha confrontato la durata della procedura, le complicazioni, la mortalità e l’esito a breve termine di 204 cani affetti da dotto arterioso pervio (PDA) trattati con legatura chirurgica (SL) o occlusione transarteriosa con coil (TCO) come metodo di trattamento primario (1993-2003). I cani trattati durante il periodo di transizione tra le due tecniche, quelli trattati con SL (1999-2003) e con TCO prima del 1999, così come i can...

Lunedì, 09 Luglio 2007

Le disritmie perioperatorie nel cane

  • Possibili forme significative dopo chirurgia di routine nel cane giovane
Le disritmie perioperatorie nel caneUno studio ha valutato il tipo e la frequenza delle disritmie cardiache che si verificano dopo ovaristerectomia od orchiectomia nel cane giovane e sano, utilizzando due protocolli anestetici (gruppo I: propofolo e isofluorano; gruppo II: tiopentale e alotano). Sono stati sottoposti a elettrocardiografia ambulatoriale per 24 ore 52 cani di età inferiore a due anni e giudicati clinicamente normali mediante esame clinico ed elettrocardiogramma standard. Le disritmie più frequenti nel pe...

Venerdì, 01 Giugno 2007

Risultati dell’impianto di pacemaker nel cane

  • Efficacia superiore al novanta per cento in un centinaio di soggetti
Risultati dell’impianto di pacemaker nel caneUno studio retrospettivo ha rivisto l'esito, la sopravvivenza e le complicazioni dell'impianto di pacemaker in 104 cani. I soggetti trattati erano affetti da blocco atrioventricolare (n=71), sindrome del seno malato (25) o sincope vasovagale (8). L’età alla presentazione variava da sei mesi a 13 anni, con un'età mediana di 7 anni e due mesi. La razza più frequente era il Labrador (17). Tutti i cani tranne uno sopravvivevano all'impianto di pacemaker, in 93 soggetti si v...

Pagina 9 di 10

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.