Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6457 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Cardiologia

Cardiologia (136)

Mercoledì, 29 Settembre 2010

Miocardiopatia dilatativa: studio retrospettivo dei fattori prognostici

  • Il diametro ventricolare sinistro è la variabile singola migliore, secondo uno studio
Miocardiopatia dilatativa: studio retrospettivo dei fattori prognosticiUno studio retrospettivo ha rivisto l'associazione tra segni clinici, aspetti diagnostici e tempo di sopravvivenza dei cani affetti da miocardiopatia dilatativa (DCM), oltre all’influenza del trattamento prescritto. Si analizzava il tempo di sopravvivenza fino alla morte o all'eutanasia per motivi cardiaci di 367 cani affetti da DCM utilizzando il metodo di Kaplan-Meier più i modelli di rischio univariato e multivariato proporzionale di Cox. Si cons...

Mercoledì, 22 Settembre 2010

Uso del pacemaker temporaneo transcutaneo nel cane

  • Efficace in corso di impianto di pacemaker permanente in uno studio su una settantina di casi
Uso del pacemaker temporaneo transcutaneo nel caneUno studio retrospettivo ha valutato l'utilità dell’applicazione di un pacemaker temporaneo transcutaneo (TEP) durante l'impianto di pacemaker transvenoso nel cane. In 77 cani si impiantavano 82 pacemaker a causa di: blocco atrio-ventricolare di terzo grado (AVB) (58 casi, 70,7%), disfunzione del nodo del seno (SND) (9 casi, 11%), AVB di secondo grado (6 casi, 7,3%), blocco atriale persistente (PAS) (4 casi, 4,9%), ablazione transcatetere con radiofrequenza del fascio d...

Mercoledì, 30 Giugno 2010

La frequenza cardiaca è correlata al peso corporeo?

  • Uno studio non rileva alcuna associazione nel cane sano. Correlazioni invece con età e carattere dell'animale
La frequenza cardiaca è correlata al peso corporeo?Nel cane è stata descritta un'associazione tra la frequenza cardiaca e il peso corporeo e si ritiene comunemente che nei cani di piccola taglia la frequenza cardiaca sia più elevata rispetto ai cani di grossa taglia. Uno studio ha voluto verificare l'ipotesi nulla che, nella pratica clinica veterinaria, il peso corporeo non influenzi la frequenza cardiaca registrata nel cane sano. Secondariamente, lo studio ha determinato se altre variabili, come il sesso, la morfologi...

Mercoledì, 12 Maggio 2010

Difetti cardiaci congeniti nei puledri

  • Più frequenti negli Arabi. Osservati difetti del setto ventricolare, tetralogia di Fallot e atresia della tricuspide
Difetti cardiaci congeniti nei puledriLa letteratura riguardante i difetti cardiaci congeniti nei puledri è limitata a segnalazioni di casi individuali o di serie ristrette di casi. Uno studio ha descritto gli aspetti clinici, ecocardiografici e autoptici, oltre alla predisposizione di razza, dei difetti cardiaci congeniti nel puledro neonato. Si rivedevano le cartelle cliniche di 18 puledri di età inferire a 15 giorni affetti da una o più anomalie cardiache congenite. I puledri arabi rappresentavano il 39% dei casi...

Lunedì, 29 Marzo 2010

Effusione pericardica: ruolo dell’ecocardiografia

  • Elevata sensibilità e specificità per la diagnosi e la differenziazione delle masse dell’atrio destro e della base del cuore
Effusione pericardica: ruolo dell’ecocardiografiaUno studio restrospettivo ha valutato la sensibilità e specificità dell’ecocardiografia per la diagnosi della masse cardiache nei cani con effusione pericardica. Si rivedevano le cartelle cliniche di 107 cani con effusione pericardica osservati tra il 1985 e il 2006 e sottoposti a ecocardiografia e pericardiectomia o necroscopia. Si valutavano in totale 107 cani di cui 48 sottoposti a chirurgia, 44 a necroscopia e 15 a entrambe. L’ecocardiografia rivelava assenza...

Mercoledì, 03 Febbraio 2010

Aspetti radiografici dell’edema polmonare cardiogeno in cani con rigurgito mitralico

  • Un'associazione tra distribuzione dei segni radiografici e direzione del getto di rigurgito
Aspetti radiografici dell’edema polmonare cardiogeno in cani con rigurgito mitralicoUno studio retrospettivo ha valutato la distribuzione radiografica dell'edema polmonare nei cani affetti da rigurgito mitralico, indagando l'associazione tra localizzazione dei segni radiografici e direzione del getto di rigurgito mitralico. Si analizzavano 61 cani con edema polmonare cardiogeno e rigurgito mitralico secondario a malattia della valvola mitralica (MVD; 51 cani), miocardiopatia dilatativa (9) e miocardiopatia ipertrofica (...

Venerdì, 29 Gennaio 2010

L’aldosterone in cardiologia umana e veterinaria

  • In un simposio a Bordeaux il ruolo del mineralcorticoide nell’insufficienza cardiaca
L’aldosterone in cardiologia umana e veterinariaIl ruolo dell’aldosterone nell’insufficienza cardiaca è stato oggetto di un recente simposio organizzato a Bordeaux (Francia) che ha riunito oltre 60 cardiologi di medicina umana e veterinaria provenienti da 12 paesi, nonché ricercatori provenienti da tutto il mondo. Durante il simposio, organizzato da Ceva Santé Animale e presieduto da Jonathan Elliott (RVC, Londra, UK) e Mark Oyama (University of Pennsylvania), è stato dedicato molto tempo al confronto e allo sca...

Mercoledì, 30 Settembre 2009

Endocardite da Bartonella: una patologia condivisa da uomini e animali

  • Il patogeno infetta specie multiple, con caratteristiche clinico-patologiche simili
Endocardite da Bartonella: una patologia condivisa da uomini e animaliBartonella è stata per la prima volta riconosciuta come causa di endocardite umana nel 1993, quando venivano segnalati casi sostenuti da Bartonella quintana, B. elizabethae e B. henselae nell'uomo. Dal primo isolamento di Bartonella vinsonii subspecie berkhoffii in un cane affetto da endocardite, quest'organismo è emerso come un importante patogeno del cane e un patogeno emergente nell'uomo. In seguito, sono stati descritti quattro tipi di B. vinsonii...

Lunedì, 21 Settembre 2009

Prolasso della mitrale: quale foglietto è coinvolto?

  • Soprattutto l’anteriore (o entrambi), ma senza associazioni con la gravità della patologia
Prolasso della mitrale: quale foglietto è coinvolto?Uno studio ha indagato quale foglietto valvolare fosse più frequentemente coinvolto nel prolasso della valvola mitrale in corso di malattia degenerativa mitralica e se ci fosse un'associazione tra questo aspetto e razza, età, sesso o peso dell'animale. Venivo inclusi nello studio 537 cani con prolasso mitralico-malattia degenerativa mitralica. Gli incroci erano i soggetti più rappresentati (248 cani, 46,2%). Il prolasso della mitrale era più comune nei cani maschi...

Lunedì, 07 Settembre 2009

Degenerazione mitralica: le cellule valvolari producono serotonina

  • Il neurotrasmettitore guida il processo patologico, secondo uno studio
Degenerazione mitralica: le cellule valvolari producono serotoninaLe cellule della valvola mitralica affetta da degenerazione mixomatosa producono localmente serotonina e ciò potrebbe guidare il processo patologico. Lo indica una ricerca effettuata dal gruppo di Chris Orton (Colorado State University); lo studio critica l'attuale convinzione che la malattia mitralica sia un’inevitabile conseguenza dell'invecchiamento nel cane. Nell'uomo, i farmaci che favoriscono la produzione di serotonina sono stati associati a svi...

Pagina 8 di 10

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.