Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7741 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 359

Chirurgia generale

Chirurgia generale (215)

Venerdì, 27 Aprile 2018

Complicazioni della sacculectomia laringea nei cani brachicefali

Scritto da

  • La sacculectomia laringea sembra essere più frequentemente associata a complicazioni postoperatorie
sacculectomiaUno studio retrospettivo ha valutato se la sacculectomia incida sulla frequenza con cui si verificano complicazioni nell’immediato postoperatorio in cani affetti da sindrome brachicefalica o sindrome ostruttiva delle vie aeree superiori.Sono state esaminate le cartelle cliniche di cani brachicefali con eversione dei sacculi che sono stati sottoposti ad intervento chirurgico per la sindrome brachicefalica. I cani sono stati suddivisi in 2 gruppi a seconda del tipo di intervento chir...

cucitriciUno studio retrospettivo di coorte ha descritto le caratteristiche cliniche e l’outcome di cani sottoposti a incisioni gastrointestinali lineari chiuse mediante graffette cutanee.Su 245 cani inclusi nello studio solo 8 (3,27%) hanno presentato complicazioni, di cui 3 (1,22%) sono deceduti o sono stati sottoposti ad eutanasia, 3 (1,22%) sono andati incontro a deiescenza della sutura e in 2 cani (0,81%) un corpo estraneo lineare, all’interno del lume intestinale, è rimasto ancorato alle g...

Lunedì, 16 Aprile 2018

Pinza elettrochirurgica bipolare in interventi di sterilizzazione

Scritto da

  • Riduzione della durata dell’intervento di ovariectomia; complicazioni rare
pinza elettrochirurgicaUno studio ha descritto una tecnica che utilizza la pinza elettrochirurgica bipolare per l’emostasi durante l’ovariectomia a cielo aperto nelle cagne e nelle gatte e durante la castrazione dei cani; inoltre ha determinato se l’uso di tali pinze, rispetto alla classica legatura mediante sutura, riduce la durata dell’intervento chirurgico.Le pinze sono state utilizzate per l’emostasi in 3.744 interventi chirurgici: 1.406 sterilizzazioni di cagne, 859 steri...

Mercoledì, 04 Aprile 2018

Efficacia di due protocolli per l’asepsi cutanea pre-operatoria nel cane

Scritto da

  • Iodopovidone al 7,5% e clorexidina al 2% similmente efficaci
betadineLa maggior parte delle infezioni del sito chirurgico (SSI, surgical site infections) sono causate da agenti commensali e patogeni appartenenti al microbiota del paziente stesso; questi possono includere ceppi resistenti agli antibiotici. L’asepsi pre-chirurgica della cute è una delle misure preventive effettuate per ridurre l’incidenza di SSI e anche per contenere il fenomeno della resistenza agli antibiotici. Tuttavia, in medicina veterinaria, non vi è accordo su quale sia il biocida pi...

Venerdì, 16 Marzo 2018

Ovarioisterectomia laparoscopia-assistita in 3 conigli

Scritto da

  • Unica incisione di lunghezza inferiore e minore rischio di danni iatrogeni ai visceri addominali
silsUno studio ha voluto descrivere e illustrare la procedura di ovarioisterectomia laparoscopia-assistita mediante la tecnica di chirurgia laparoscopica ad incisione singola (SILS, Single Incision Laparoscopic Surgery) nel coniglio domestico.La SILS prevede un’unica incisione di soli 2-3 cm lungo la linea mediana ventrale del paziente per l’ingresso della porta, ed in particolare per la porta di accesso multiplo SILS Port....

Mercoledì, 07 Marzo 2018

Venotomia frenico-addominale per la trombectomia in corso di neoplasia surrenalica nel cane

Scritto da

  • Efficace in 7 casi su 8 nell’evitare la cavotomia
adrenal massUno studio condotto in maniera retrospettiva su una serie di casi ha descritto una tecnica per la trombectomia mediante venotomia frenico-addominale (VFA) in 8 cani con neoplasia surrenalica ed estensione del trombo neoplastico nella vena frenico-addominale e nella vena cava, riportando le complicazioni e l’outcome associati a tale procedura.Sono stati inclusi solo i casi in cui, per la rimozione del trombo, è stata eseguita esclusivamente la VFA, senza cavotomia. La VFA si è rivel...

Mercoledì, 28 Febbraio 2018

Perforazione dei guanti nella chirurgia dei grossi animali: incidenza e fattori di rischio

Scritto da

  • Associazione con durata dell’indossamento, invasività della chirurgia e ruolo di chi li indossa
perforazione guantiUno studio osservazionale di coorte prospettico ha determinato l’incidenza della perforazione dei guanti e i fattori di rischio associati in corso di procedure chirurgiche dei grossi animali. I guanti chirurgici (n = 917) indossati durante 103 procedure chirurgiche sono stati testati per la perforazione mediante 2 metodi precedentemente validati: il test di perdita dell’acqua (TPA) e il test di elettroconduttività (TEC). Almeno una perfo...

Lunedì, 19 Febbraio 2018

Complicazioni della decornazione chirurgica della capra

  • Osservate nel 40% circa dei soggetti di uno studio ma in maggioranza di categoria minore
Schermata 2018 02 15 alle 08.59.19Uno studio retrospettivo descrive le complicazioni successive alla decornazione chirurgica in 239 capre. Venivano segnalate una o più complicazioni in 93/239 soggetti (38,91%). Le complicazioni venivano suddivise in maggiori e minori. Presentavano complicazioni minori 84/239 capre (35,14%) e complicazioni maggiori 3/239 capre (1,26%); erano affette da complicazioni sia maggiori sia minori 6/239 capre (2,51%...

Lunedì, 15 Gennaio 2018

Stabilizzazione primaria nei gatti con avulsione della coda

  • Ripristino della funzione motoria nella maggior parte dei 15 gatti di uno studio
codaUno studio ha valutato gli effetti di una tecnica di stabilizzazione primaria della coda nell’alleviare il dolore e nel favorire la guarigione neurologica nei gatti con perdita della funzione motoria volontaria e dolore coccigeo senza recisione dei nervi coccigei. Si rivedevano le cartelle cliniche dei gatti con avulsione della coda e perdita della percezione del dolore coccigeo. Si escludevano i gatti con fratture aperte della coda, con ferite della coda che necessitavano di amputazione o...

Lunedì, 16 Gennaio 2017

Erniorrafia diaframmatica: sopravvivenza postoperatoria in cane e gatto

  • Maggiore durata dell’intervento, lesioni concomitanti e necessità perioperatoria di ossigeno associati a mortalità più elevata
erniaUno studio ha valutato la mortalità perioperatoria dopo riduzione dell'ernia diaframmatica traumatica analizzando le cartelle cliniche di 17 gatti e 79 cani sottoposti a erniorrafia diaframmatica. Il tasso di sopravvivenza perioperatoria combinato era dell’81,3% (88,2% nei gatti e 79,8% nei cani). I dati relativi ai casi acuti e cronici venivano analizzati separatamente. Tra i casi acuti (12 gatti e 48 cani), 10 gatti (83,3%) e 38 cani (79,2%) sopravvivevano fi...

Pagina 10 di 16

vetchannel nero

VETCHANNEL.IT
La formazione professionale on demand
quando vuoi, dove vuoi.

Vetpedia

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares