Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6910 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Dermatologia

Dermatologia (150)

Lunedì, 19 Giugno 2017

Dermatofitosi nel cane e nel gatto: linee guida diagnostiche e terapeutiche condivise

Scritto da

  • Antifungini orali sistemici associati a disinfezione topica del mantello; pulizia degli ambienti. Raccomandazioni della WAVD
dermaLe dermatofitosi sono infezioni fungine cutanee superficiali che possono colpire il cane e il gatto. I patogeni più comuni nei piccoli animali appartengono ai generi Microsporum e Trichophyton. Si tratta di patologie cutanee importanti per la loro natura contagiosa e infettiva e per la possibilità di trasmissione all’uomo. Uno studio ha rivisto la letteratura esistente e fornito raccomandazioni condivise per la diagnosi il trattamento delle dermatofitosi nel cane e nel gatto.Gli autori...

Lunedì, 12 Giugno 2017

Effetti protettivi della PEA-UM in un modello ex-vivo di ipersensibilità cutanea del cane

Scritto da

  • In colture 3D di cute di cane la PEA-um controlla la degranulazione mastocitaria e riduce la vasodilatazione
mctQuello delle SOC (Skin Organ Culture, colture d’organo di cute) è un modello innovativo di ricerca scientifica che, grazie al progetto Skinalia® e a un gruppo di ricerca dell’Università di Pisa coordinato da Francesca Abramo e Vincenzo Miragliotta, è diventato realtà anche in Dermatologia Veterinaria. Si tratta di vere e proprie colture 3D di cute, prelevata durante le chirurgie di routine (es. mastectomia), e coltivata in laboratorio con la perfetta riproducibilità delle caratterist...

planIn aree in cui le leishmaniosi è endemica, il lupus eritematoso discoide (DLE) e la leishmaniosi canina (CanL) sono le due più comuni diagnosi differenziali della dermatite erosiva-ulcerativa del planum naslale del cane. Uno studio ha confrontato gli aspetti istopatologici e immunopatologici di tale lesione associata a depigmentazione dovuta a DLE o CanL. Si includevano biopsie del planum nasale con perdita dell’architettura, depigmentazione, tumefazione, erosioni o ulcerazioni dovute a ...

Lunedì, 08 Maggio 2017

L’efficacia della palmitoiletanolamide in dermatologia

Scritto da

  • L’Accademia Americana di Dermatologia riconosce il ruolo della PEA, capostipite della aliamidi, nel controllo del prurito
peadefUn articolo pubblicato sul Journal of the American Academy of Dermatology sottolinea il ruolo dei cannabinoidi in dermatologia e in particolare della PEA (palmitoiletanolamide), sostanza che sia l’organismo umano sia quello animale producono da sé e che con la Cannabis condivide attività antinfiammatorie e antalgiche, senza possederne gli effetti psicotropi. In merito al meccanismo d’azione “la PEA non si può considerare un endocannabinoide sensu stricto. Pur non legandosi diret...

Mercoledì, 19 Aprile 2017

Rifampicina per la piodermite da MRS multiresistenti

Scritto da

  • Opzione terapeutica efficace, associata ad antimicrobici topici, nei 32 cani con piodermite superficiale e profonda di uno studio
pioLa rifampicina sta ricevendo crescente interesse in dermatologia veterinaria per la sua attività contro gli stafilococchi multiresistenti-resistenti alla meticillina (MRS). La conoscenza dell’efficacia e della sicurezza di questo antibiotico nel cane è limitata. Uno studio ha inteso fornire informazioni sulla risposta al trattamento e sugli effetti avversi nei cani trattati con rifampicina per piodermite causata da MRS multiresistenti.Si includevano 30 cani trattati con rifampicina per pio...

Venerdì, 07 Aprile 2017

Patologie cutanee nella cavia da compagnia

Scritto da

  • Pododermatite e infestazioni da Trixacarus caviae e pidocchi le condizioni più comuni in uno studio su 580 casi
Schermata 2017 04 07 alle 09.26.43Uno studio retrospettivo ha documentato le patologie cutanee e la loro prevalenza nelle cavie (Cavia porcellus) da compagnia, valutando le condizioni più comuni in un periodo di 25 anni. Delle 580 cavie osservate presso la clinica dell'Università della California a Davis, 293 (50%) presentavano malattie cutanee. Di queste, 154 (52%) venivano visitate per un motivo non dermatologico.Le cavie affette da pato...

Lunedì, 20 Febbraio 2017

Reazioni avverse al cibo cutanee: prevalenza nel cane e nel gatto

Scritto da

  • Sufficientemente elevata nei soggetti con prurito e sospette dermatopatie allergiche da giustificare la dieta di eliminazione
Schermata 2017 02 20 alle 10.18.30La prevalenza delle reazioni avverso al cibo cutanee (CAFR) nel cane e nel gatto non è conosciuta con precisione e ciò è probabilmente dovuto alla varietà delle popolazioni studiate. Uno studio ha effettuato una revisione sistematica della letteratura per determinare la prevalenza di CAFR nei cani e gatti con prurito e patologie cutanee.Si effettuava la ricerca di studi pertinenti in due database. Tra i ...

Lunedì, 05 Dicembre 2016

Cheilite del cane: aspetti clinici, citologici e microbiologici

Scritto da

  • Spesso associata a ipersensibilità primaria. Effetto predisponente della presenza di pliche labiali
cheiliLa cheilite è un problema comune nel cane, si associa a diverse malattie cutanee e spesso è complicata da infezioni microbiche. Uno studio ha descritto e confrontato gli aspetti clinici e citologici e i risultati della coltura batterica del labbro inferiore dei cani con cheilite (rispetto a controlli sani), valutando 3 tecniche di prelievo citologico nel confronto tra i due gruppi. Si includevano 56 cani con cheilite e 54 controlli.Si analizzavano per la ricerca...

Mercoledì, 19 Ottobre 2016

Lupus eritematoso discoide generalizzato: caratteristiche in dieci cani

Scritto da

  • Aspetti omologhi al GDLE dell’uomo
vde12389 toc 0001 mIl lupus eritematoso discoide generalizzato (GDLE) è una nuova variante riconosciuta del lupus eritematoso cutaneo cronico (CLE) che non è ancora stata ben caratterizzata. Uno studio descrive gli aspetti clinici e microscopici di 10 cani affetti da GLDE. I criteri d’inclusione erano: (1) anamnesi di > 3 mesi di lesioni cutanee generalizzate indicanti una natura cronica o ricorrente della condizione; (2) lesioni cutanee assimilabil...

Venerdì, 14 Ottobre 2016

Dermatite da Pelodera strongyloides in due cavie

Scritto da

  • Prurito, eritema, alopecia e croste sull’addome ventrale causati dal nematode ubiquitario
cavieDue cavie d’affezione (Cavia porcellus) di 5 anni d’età venivano visitate per la presenza di prurito, eritema, alopecia e formazione di croste sull’addome ventrale. I raschiati cutanei rivelavano la presenza di larve multiple di nematodi identificati come Pelodera strongyloides sulla base delle caratteristiche morfologiche. Il trattamento consisteva nella somministrazione sistemica di ivermectina e fenbendazolo oltre all’applicazione topica di benzoile pero...

Pagina 3 di 11

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.