Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6496 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Diagnostica per immagini

Diagnostica per immagini (154)

Mercoledì, 21 Marzo 2018

Relazione tra ecografia e citologia della milza nel gatto

  • Massa splenica >1 cm indicativa di neoplasia maligna
honeycombUno studio multicentrico retrospettivo condotto su 195 gatti ha valutato se la presenza di una massa o di un parenchima a nido d’ape (honeycomb), rilevati in corso di esame ultrasonografico della milza, potessero rappresentare un potenziale criterio di malignità.Il rilievo ecografico di un parenchima splenico a nido d’ape non aveva una stretta corrispondenza con una diagnosi citologia di neoplasia maligna. La sensibilità e la specificità di una milza honeycomb nel predire una patologi...

Mercoledì, 21 Marzo 2018

Elastosonografia nelle neoformazioni sottocutanee del cane

  • Specificità del 100% e sensibilità dell'89% nel distinguere la natura delle lesioni
elastografiaL'elastografia in tempo reale è una tecnica a ultrasuoni introdotta di recente che consente di studiare le proprietà elastiche dei tessuti.Uno studio prospettico ha testato le prestazioni di questa tecnica diagnostica nella valutazione delle lesioni sottocutanee nei cani....

Lunedì, 05 Marzo 2018

Ecografia addominale in 35 cani con leptospirosi

  • Fortemente indicata, specialmente in assenza di segni clinici
leptospirosi ecoUno studio prospettico, osservazionale, di coorte ha voluto fornire una descrizione dettagliata ed attuale dei reperti ultrasonografici addominali di 35 cani con diagnosi confermata di leptospirosi.In tutti i cani era stata rilevata almeno un’anomalia ecografica. In tutti i soggetti dello studio erano state riscontrate alterazioni ecografiche a carico dei reni che includevano: aumento dell'ecogenicità della corticale renale (100%), aumento dell'ecogenicità della midollare r...

Venerdì, 09 Febbraio 2018

Esame ecografico delle surrenali nel puledro neonato

Scritto da

  • Efficace l'indagine in 18 soggetti
Schermata 2018 02 08 alle 15.37.04In numerose patologie neonatali è coinvolta un’alterazione dell’attività surrenalica. Uno studio pilota ha valutato la possibilità di esaminare le ghiandole surrenali nei puledri neonati mediante esame ecografico, descrivendone l’aspetto. Si includevano 18 puledri neonati di età inferiore a 10 giorni. Si effettuava l’ecografia delle ghiandole surrenali con un approccio addominale transcutaneo, reg...

Mercoledì, 10 Gennaio 2018

Artroscopia del ginocchio del coniglio

Scritto da

  • Approccio chirurgico valido utilizzabile per l’esame clinico delle patologie del ginocchio, secondo uno studio
Schermata 2018 01 10 alle 08.55.37Uno studio ha descritto una tecnica per l’esame artroscopico del ginocchio del coniglio e i rilievi normali in 20 ginocchia di cadavere di conigli bianchi di Nuova Zelanda. L’artroscopio veniva introdotto attraverso una porta mediale mentre le porte per gli strumenti venivano ricavate sulla superficie laterale dell’articolazione. Le stesse porte venivano utilizzate per l’esame dell’intera articolaz...

Lunedì, 11 Dicembre 2017

Mineralizzazioni radiografiche lineari ramificate del fegato canino: rilevanza clinica

Scritto da

  • Scarsa o nulla. Probabile predisposizione del Cavalier King Charles spaniel
rxUno studio ha valutato la prevalenza, il significato clinico e la distribuzione di razza delle mineralizzazioni ramificate lineari che si osservano in sovrapposizione alla silhouette epatica radiografica nel cane. Si rivedevano retrospettivamente le radiografie o ecografie di cani che mostravano mineralizzazioni ramificate del fegato.In un periodo di 30 anni si identificavano 17 casi di mineralizzazione, con una distribuzione prevalentemente ventrale. Sette dei 17 cani erano Cavalier King Charle...

Venerdì, 06 Ottobre 2017

Aspetti ecografici dell’insulinoma nel furetto

Scritto da

  • Noduli pancreatici primariamente ipoecogeni, omogenei e con margini lisci
Schermata 2017 10 03 alle 10.25.26L’insulinoma è un tumore funzionale secernente insulina che origina dalle cellule beta pancreatiche. È una delle neoplasie più comuni nel furetto ed è associato a segni clinici di ipoglicemia, quali ptialismo, sfregamento della bocca con le zampe, convulsioni, letargia e coma. Gli aspetti ecografici dell’insulinoma nel furetto non sono stati precedentemente descritti. Uno studio retrospettivo descrive...

Venerdì, 29 Settembre 2017

Aspetti CT delle neoplasie tonsillari del cane

Scritto da

  • Una possibile diagnosi differenziale in caso di riscontro tomografico di linfoadenomegalia retrofaringea mediale o aumento di volume tonsillare
Schermata 2017 09 22 alle 10.10.47Le tonsille palatine non sono sede comune di neoplasia nel cane. Il tipo neoplastico più frequente è il carcinoma squamocellulare, seguito da melanoma e linfoma. La tomografia computerizzata (CT) è usata sempre più di frequente per l’indagine delle patologie orofaringee del cane ma le informazioni sull’aspetto CT delle neoplasie tonsillari sono limitate. Uno studio retrospettivo ha descritto gli aspe...

Venerdì, 23 Giugno 2017

Lesioni meniscali mediali del cane: ecografia e MRI a confronto con l'artroscopia

Scritto da

  • Performance imperfetta ma utilità clinica di ecografia e MRI
Schermata 2017 06 23 alle 08.26.18Uno studio ha confrontato l’accuratezza dell’ecografia e della MRI per la diagnosi delle lesioni meniscali mediali in 26 cani (31 ginocchia) con deficienza del legamento crociato craniale (CCL). Un chirurgo unico esaminava ciascun cane ed effettuava un’ecografia e un’artroscopia delle articolazioni affette per identificare le lesioni meniscali mediali. Le registrazioni video della procedura artroscop...

Mercoledì, 24 Maggio 2017

Radiologia ed ecografia di milza e linfonodi nel furetto sano

Scritto da

  • Radiograficamente, milza identificabile in tutti i soggetti analizzati, linfonodi nella metà circa
fur1Uno studio ha descritto le caratteristiche radiografiche ed ecografiche della milza e dei linfonodali addominali nel furetto clinicamente sano. Si arruolavano prospetticamente 55 furetti clinicamente sani. Si effettuavano radiografie whole body in 3 proiezioni ed ecografie addominali in furetti svegli (23 su 55) o sedati (32 su 55).La milza era radiograficamente identificabile in tutti soggetti. Ecograficamente, la milza era iperecogena rispetto al fegato (55 su 55) e lievemente iperecogena ...

Pagina 3 di 11

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.