Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6755 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Endocrinologia

Endocrinologia (137)

Mercoledì, 25 Marzo 2020

Fruttosamine ed emoglobina glicata

  • Validazione delle metodiche analitiche e utilità dei 2 parametri per stabilire il controllo glicemico
doggliccotrlL’obiettivo di questo studio era quello di valutare le performance di 2 metodiche per la misurazione della concentrazione sierica delle fruttosamine e dell’emoglobina glicata (HbA1c) e confrontare l'utilità delle 2 proteine glicate per la valutazione del controllo glicemico nei cani con diabete mellito.Per il primo scopo sono stati impiegati campioni di sangue di 40 cani sani, di 13 cani diabetici e di 23 cani anemici normoglicemici; per il secondo scopo, sono state valutate un to...

Mercoledì, 04 Marzo 2020

Insulinoma nel gatto

  • Primo caso segnalato in un Maine Coon
insulinoma catL’insulinoma nella specie felina è raro; le informazioni relative al suo comportamento, al decorso clinico e alle caratteristiche istologiche sono molto scarse.In questo case report viene segnalato per la prima volta un insulinoma in un gatto di razza Maine Coon e viene descritto l’esito dell’agoaspirazione ecoguidata della massa pancreatica....

Mercoledì, 05 Febbraio 2020

Desossicorticosterone pivalato: due formulazioni a confronto

  • Entrambe le formulazioni sono sicure ed efficaci nel trattamento dell’ipoadrenocorticismo primario
Percorten VQuesto studio clinico ha confrontato due formulazioni di desossicorticosterone pivalato (DOCP, desoxycortone pivalate) per il trattamento del deficit di mineralcorticoidi nei cani con ipoadrenocorticismo primario (PH, primary hypoadrenocorticism).Lo studio è stato condotto presso cliniche veterinarie negli Stati Uniti e in Francia, coinvolgendo un totale di 152 cani con PH (n = 152). I soggetti sono stati sottoposti, in maniera randomizzata, a trattamenti (cadenza di circa 30 giorni) co...

Lunedì, 09 Dicembre 2019

Studio epidemiologico sulla sindrome di Cushing in Italia

  • Le femmine, soprattutto se sterilizzate, hanno una maggiore probabilità di sviluppare l'ipercortisolismo
cushing syndrome gaQuesto studio ha indagato le caratteristiche epidemiologiche dell’ipercortisolismo (HC, hypercortisolism) spontaneo in una popolazione costituita da 21.281 cani selezionati da 4 cliniche private e presso una struttura universitaria, centro di referenza per l’endocrinologia.Per indagare il rischio di sviluppare l’HC in base alla razza di appartenenza, al genere e allo stato sessuale è stato utilizzato il calcolo dell’odds ratio....

Mercoledì, 03 Luglio 2019

Diabete felino: il punto di vista del proprietario

  • In cosa è carente il veterinario quando comunica con il proprietario di un gatto con diabete mellito?
Administering insulin with vetpenL’obiettivo di questo studio era quello di valutare: le percezioni e le priorità dei proprietari riguardo il trattamento e il monitoraggio del diabete mellito (DM) del loro gatto; quanto efficace reputano la comunicazione di informazioni ricevuta dal loro veterinario in merito alla gestione della malattia; l'impatto che il DM ha sulla loro vita quotidiana e sul legame uomo-animale.I proprietari di gatti diabetici erano invitati a compilare u...

Mercoledì, 12 Giugno 2019

Desossicorticosterone pivalato nel trattamento dell’ipoadrenocorticismo

  • Nella maggior parte dei casi una dose iniziale di 1,5 mg/kg è efficace nel controllare i segni clinici e le concentrazioni elettrolitiche
addisons zycortal hidden disease visible answerIl desossicorticosterone pivalato (DOCP) è un farmaco relativamente costoso utilizzato per il trattamento dei cani con ipoadrenocorticismo primario (PH, primary hypoadrenocorticism). Identificare il dosaggio più basso possibile ma che sia allo stesso tempo efficace consentirebbe di ridurre le spese per il proprietario e ottenere una maggiore compliance e motivazione nel curare il proprio cane.L’obiettivo di quest...

Lunedì, 10 Giugno 2019

Caratteristiche fenotipiche, ormonali e cliniche della laminite endocrinopatica

  • L’iperinsulinemia è più marcata in soggetti con più endocrinopatie ed è correlata con la gravità della zoppia
laminitis pony webLa laminite endocrinopatica equina è comune e può essere associata a una endocrinopatia sottostante, come la sindrome metabolica equina (EMS, equine metabolic syndrome), la disfunzione della pars intermedia dell’ipofisi (PPID, pituitary pars intermedia dysfunction), il consumo di pascolo o qualsiasi combinazione di questi fattori.Lo scopo di questo studio prospettico di coorte era quello di fornire informazioni per migliorare le capacità dei medici di valutare il risch...

Venerdì, 07 Giugno 2019

Laminite endocrinopatica: incidenza della recidiva e fattori di rischio

  • Il tasso di recidiva è del 34,1%; l’iperinsulinemia e precedenti laminite costituiscono fattori di rischio per la recidiva
lam endLa laminite endocrinopatica è comune nei cavalli e nei pony, ma il suo tasso di recidiva non è stato opportunamente indagato.L’obiettivo di questo studio di coorte prospettico era quello di determinare l'incidenza della recidiva di laminite endocrinopatica e i fattori di rischio che la favoriscono....

Mercoledì, 15 Maggio 2019

SDMA nei gatti ipertiroidei trattati con iodio radioattivo

  • Uno studio di valutazione della dimetilarginina simmetrica come biomarker di funzionalità renale nei gatti ipertiroidei trattati con iodio radioattivo
thin cat 2 hyperthyroidIn molti gatti ipertiroidei, la misurazione della creatinina sierica (sCr) e dell'azoto ureico non consente di svelare una ridotta funzionalità renale a causa della ridotta massa muscolare e della iperfiltrazione glomerulare che caratterizzano i soggetti affetti. La dimetilarginina simmetrica (SDMA, symmetric dimethylarginine) sierica è un biomarker di funzionalità renale più precoce e più sensibile rispetto alla sCr.L’obiettivo di questo studio prospettico...

Lunedì, 29 Aprile 2019

Radioterapia in corso di carcinoma tiroideo

  • Tempi di sopravvivenza brevi associati all’impiego della radioterapia palliativa nei carcinomi non asportabili chirurgicamente
radioLa radioterapia è il trattamento di scelta per il carcinoma tiroideo canino non asportabile chirurgicamente. Alti tassi di risposta e tempi di sopravvivenza mediani di 2 anni o più sono stati precedentemente segnalati utilizzando protocolli chemioterapici convenzionali frazionati e ipofrazionati, anche nei soggetti che presentano metastasi a distanza.L'obiettivo di questo studio retrospettivo e descrittivo è stato quello di valutare l’outcome di cani con carcinoma tiroideo sottoposti a trattame...

Pagina 1 di 10

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.