Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7012 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Farmacologia

Farmacologia (79)

Lunedì, 14 Settembre 2020

Farmacocinetica del pimobendan dopo somministrazione endorettale nel cane

Scritto da

  • Studio clinico randomizzato crossover condotto su otto cani sani
basic cardiology examination header 38036 articleLo scopo di questo studio era quello di descrivere la farmacocinetica del pimobendan e del suo metabolita attivo, O-desmetil-pimobendan, dopo somministrazione orale ed endorettale di pimobendan in cani sani.Sono stati inclusi nello studio otto cani sani di proprietà. I cani ricevevano una singola dose (0,5 mg/kg) di pimobendan in compresse per via orale (PO). Per l’analisi di farmacocinetica sono stati co...

Lunedì, 06 Luglio 2020

Meflochina nelle infezioni da Coronavirus e Calicivirus

Scritto da

  • Farmaco sicuro ed efficace
meflochina2Questo studio preliminare vuole indagare il profilo farmacocinetico della meflochina come potenziale trattamento per le infezioni da Coronavirus felino o da Calicivirus felino.A 7 gatti clinicamente sani sono stati somministrati, per via orale, 62,5 mg di meflochina due volte alla settimana per quattro somministrazioni totali. Le concentrazioni plasmatiche di meflochina sono state misurate per 336 ore mediante cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC, high pressure liquid chromato...

Mercoledì, 15 Aprile 2020

Soppressori dell’acidità gastrica nel cane

Scritto da

  • Confronto tra esomeprazolo, pantoprazolo e famotidina
ulcera gastricaLe ulcere e il sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore nei cani in condizioni critiche possono causare una grave anemia e aumentare la morbilità. In questi pazienti è raccomandato l’utilizzo, per via endovenosa (IV, intravenously), di farmaci soppressori dell’acidità gastrica quali inibitori di pompa protonica o antagonisti dei recettori istaminici H2.In questo studio crossover randomizzato, è stata valutata l'efficacia di esomeprazolo e pantoprazolo somminis...

Lunedì, 24 Febbraio 2020

La tilosina: ruolo nelle resistenze agli antibiotici

Scritto da

  • L'esposizione alla tilosina riduce la suscettibilità della Salmonella Typhimurium al florfenicolo e alla tetraciclina
sestÈ dimostrato che l'esposizione agli antibiotici è implicata nell'emergere di ceppi batterici dotati di resistenza, sia nei confronti delle molecole strutturalmente correlate che non.La tilosina è un antibiotico appartenente alla famiglia dei macrolidi, impiegato per il trattamento dei batteri patogeni che colpiscono l’apparato respiratorio dei suini....

Mercoledì, 12 Febbraio 2020

Uso responsabile degli antibiotici nel cavallo

Scritto da

  • Suscettibilità antimicrobica delle colture batteriche nella pratica ambulatoriale e in quella ospedaliera
eqantimicrGli obiettivi di questo studio erano quello di valutare il tasso di resistenza batterica a una combinazione di penicillina+gentamicina per via parenterale e a una combinazione di trimetoprim+sulfametossazolo per via orale e, in secondo luogo, quello di determinare il tasso di resistenza agli antimicrobici di seconda linea quando quelli di prima linea non sono efficaci.Lo studio è consistito in un’analisi retrospettiva delle concentrazioni minime inibenti (MIC, minimal inhibitory concent...

Venerdì, 13 Dicembre 2019

Flurochinolini nelle cavalle gravide

Scritto da

  • Nonostante il passaggio placentare, non sono state osservate anomalie a carico dei tessuti fetali
HorsePregnancyFT 1024x596Nonostante studi recenti abbiano dimostrato che l’enrofloxacina e la ciprofloxacina, pur superando la barriera placentare, non inducono lesioni evidenti nel feto di 9 mesi e nel puledro, molti professionisti sono ancora restii a prescrivere i fluorochinoloni durante la gestazione. Considerato che il momento più critico per lo sviluppo scheletrico fetale è rappresentato dai primi mesi di gestazione, sarebbe assolutamente importante sapere se la somministraz...

Mercoledì, 13 Novembre 2019

Somministrazione endorettale di buprenorfina nel gatto

Scritto da

  • Studio farmacocinetico che dimostra un'analgesia inadeguata in seguito alla somministrazione endorettale
low body temperatureQuesto studio sperimentale prospettico ha avuto l’obiettivo di determinare il profilo farmacocinetico e l’efficacia clinica della somministrazione endorettale di buprenorfina.Sono stati inclusi nello studio 9 gatti giovani e sani. Il pH rettale è stato misurato in tutti i soggetti. Per determinare la concentrazione plasmatica di buprenorfina sono stati effettuati dei prelievi ematici dopo 15, 30, 60, 90, 120, 240, 480 minuti e dopo 24 ore dalla somministrazione ret...

Mercoledì, 17 Luglio 2019

Antiossidanti nei cani con malattia sistemica

Scritto da

  • Il trattamento per 30 giorni non ha alterato lo stato redox o l'outcome clinico
supplements 2L’obiettivo di questo studio era quello di valutare se un trattamento di 30 giorni con farmaci ad attività antiossidante nei cani con malattie sistemiche alterasse lo stato antiossidante, il grado di perossidazione lipidica, il punteggio clinico e la sopravvivenza.Sono stati inclusi cani con malattia sistemica che sono stati assegnati, in maniera randomizzata, a ricevere (n=20) o meno (n=19) una supplementazione con N-acetilcisteina / S-adenosilmetionina / silibina e vitamina E pe...

Mercoledì, 17 Luglio 2019

Farmacocinetica del maropitant nel cavallo

Scritto da

  • Primo studio in vivo nella specie equina
vomcavIl maropitant citrato, un’antagonista del recettore della neurokinina-1 (NK, neurokinin-1), viene utilizzato nel cane e nel gatto per trattare la nausea e il vomito. La nausea è un sintomo poco conosciuto e probabilmente sottostimato nel cavallo. Ad oggi non ci sono segnalazioni sull’utilizzo di antagonisti del recettore NK-1 nel cavallo.Uno studio randomizzato cross-over ha studiato il profilo farmacocinetico del maropitant in sette cavalli adulti dopo la somministrazione di dosi singole per...

Venerdì, 07 Giugno 2019

Effetto della ciclosporina sull’espressione citochinica

Scritto da

  • La ciclosporina determina un calo dell’espressione citochinica entro 24 ore dall’inizio del trattamento
dog pillsLa ciclosporina è un potente inibitore delle cellule T utilizzato nel trattamento delle malattie immunomediate e infiammatorie nella specie canina. Tuttavia, sono disponibili solo informazioni limitate su quale siano le modalità più idonee per monitorare al meglio i pazienti in terapia con ciclosporina. Attualmente sono disponibili saggi di farmacocinetica e farmacodinamica. Quelli farmacocinetici, che misurano la concentrazione ematica di ciclosporina, vengono impiegati per valutare se ...

Pagina 1 di 6

SCIVAC Rimini Web

eveditoria Editoria Scientifica

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.