Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7473 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Medicina d'urgenza

Medicina d'urgenza (90)

Venerdì, 17 Dicembre 2021

Caratteristiche dell'urosepsi nella specie canina

Scritto da

  • Pielonefrite, piometra e prostatite erano le cause più comuni
urosepsi caneGli autori dello studio retrospettivo in esame avevano l’obiettivo di descrivere le caratteristiche cliniche, l'outcome e l'utilità di uno score di gravità della malattia nei cani con diagnosi di urosepsi.L'urosepsi è stata identificata in 32 cani, di cui 9 su 32 (28,1%) con piometra, 7 su 32 (21,8%) con prostatite e 16 su 32 (50%) con pielonefrite. In totale, 28 cani (87,5%) sono sopravvissuti alla dimissione, con i seguenti tassi di sopravvive...

Venerdì, 12 Novembre 2021

Valutazione degli indici piastrinici in corso di parvovirosi nel cane

  • I cani con infezione da parvovirus avevano dei valori di MPV e PVDW significativamente più alti rispetto ai cani sani
canine parvo header 44046 articleSi ritiene che la traslocazione batterica dal tratto intestinale danneggiato, segnalata in corso di enterite da parvovirus canino (canine parvoviral, CPV), sia responsabile della risposta infiammatoria sistemica derivante dalla setticemia, che potrebbe evolvere in shock settico e morte. Le alterazioni degli indici piastrinici, in particolare il volume piastrinico medio (mean platelet volume, MPV), sono dei reperti ...

Lunedì, 08 Novembre 2021

Sepsi neonatale nel cane: incidenza, aspetti clinici e mortalità

  • Nel 69% dei cuccioli con sepsi il decesso avveniva nei primi 2 giorni di vita
Neonatal sepsisIl periodo neonatale nei cani è associato ad alti tassi di mortalità. La sepsi è la principale causa di morte durante le prime tre settimane di vita. Inoltre, gli errori nella valutazione clinica dei neonati malati e la mancanza di una diagnosi precoce determinano spesso cure inadeguate, che contribuiscono a un alto tasso di mortalità. Pertanto, l'obiettivo di questo studio era quello di descrivere l'incidenza della sepsi nei cani neonati, gli as...

Mercoledì, 03 Novembre 2021

Utilità clinica dell'emocoltura nel cane

  • I risultati dello studio supportano l’uso dell’emocoltura nei casi con sospetta infezione e conseguente batteriemia
Main Image 6Non è presente in letteratura nessun consensus riguardo l’uso dell’emocoltura negli animali da compagnia con sospetta sepsi. Inoltre, l’evidenza sull'utilità clinica dell'emocoltura risulta ancora limitata. Gli obiettivi di questo studio retrospettivo erano quelli di determinare: 1) la frequenza di emocolture positive ottenute da cani ospedalizzati; 2) la prevalenza di batteri antibiotico-resistenti; 3) la frequenza e la tipologia di modifiche alla...

Venerdì, 22 Ottobre 2021

Classificazione dello shock settico nella specie felina

Scritto da

  • Una maggiore incidenza di disfunzioni multiorgano si evidenziava nei gatti con shock disossico e vasoplegico
sepsis gattoIn medicina umana sono riconosciuti tre diversi fenotipi di shock settico basati sulle variazioni della pressione sanguigna e del lattato ematico. Lo shock disossico, che rappresenta la combinazione di ipotensione refrattaria ai fluidi e iperlattatemia, è caratterizzato da una maggiore gravità della malattia e mortalità rispetto allo shock criptico (solo iperlattatemia) e allo shock vasoplegico (ipotensione con lattato ematico normale). Poco si sa sullo shock settico e in...

Venerdì, 08 Ottobre 2021

Somministrazione di apomorfina per via gengivale nel cane

Scritto da

  • Alcuni effetti collaterali riportati erano: diarrea, letargia, iperattività e sedazione
vomiting dogLo scopo dello studio era descrivere un nuovo metodo per indurre l'emesi nel cane attraverso la somministrazione gengivale di apomorfina; in particolare, gli autori hanno voluto confrontare l'efficacia dell'induzione dell'emesi con l'apomorfina gengivale rispetto all'apomorfina congiuntivale, descrivendo gli effetti avversi associati alla via di somministrazione gengivale.Sono state revisionate retrospettivamente le cartelle cliniche dei cani che si presen...

Mercoledì, 22 Settembre 2021

Fattori prognostici all'ammissione in cani e gatti con trauma cranico

  • I cani non sopravvissuti avevano delle concentrazioni ematiche di glucosio all'ammissione significativamente più alte
well 16 ducate head traumaL’obiettivo del presente studio era quello di indagare l'associazione tra alcuni parametri all’ammissione in ospedale e la sopravvivenza in cani e gatti con trauma cranico (traumatic brain injury, TBI).Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 131 cani e 81 gatti portati in visita presso il pronto soccorso di due ospedali veterinari con evidenza di trauma cranico in base all'anamnesi del proprietario o all'esa...

Venerdì, 17 Settembre 2021

Uso di intralipid per il trattamento della tossicosi da oleandro in un'oca domestica

  • Descrivere il caso di un’oca domestica trattata con emulsione lipidica in seguito all’ingestione di foglie di oleandro
two geese anser domesticus one 260nw 106282994L'ingestione di sostanze tossiche è un evento comune negli animali da compagnia e da reddito, specialmente negli anseriformi. La tossicosi da oleandro (Nerium oleander) è raramente riportata nelle specie aviarie, con sintomi che includono manifestazioni cardiache, neurologiche e gastroenteriche.Il presente case report descrive il caso di un'oca domestica di 6 mesi (Anser anser domesticu...

Venerdì, 30 Luglio 2021

Correlazione tra tempo di riempimento capillare e parametri clinici nel cane

Scritto da

  • Valutazione la correlazione tra parametri clinici e clinicopatologici e il tempo di riempimento capillare nel cane
Dog Gum Color 1024x576L’obiettivo del presente studio era quello di valutare la correlazione tra vari parametri clinici e clinicopatologici e il tempo di riempimento capillare (capillary refill time, CRT) utilizzando un metodo standard; valutare l'influenza della visita in pronto soccorso (emergency room, ER) rispetto all’ospedalizzazione in terapia intensiva (ICU) sul CRT; e identificare dei sottogruppi nella distribuzione del CRT.Sono stati inclusi ne...

Venerdì, 30 Luglio 2021

Gestione delle emergenze negli asini e nei muli

Scritto da

  • Descrivere la valutazione iniziale e la gestione delle più comuni emergenze negli asini e nei muli
Donkeys 900x570Questo articolo fornisce una panoramica sulla valutazione iniziale e sulla gestione delle più comuni emergenze negli asini e nei muli. I principi sono simili a quelli dei cavalli (e dei pony), ma i medici veterinari devono essere consapevoli delle differenze nel riconoscimento dei segni di dolore/malattia, nell'approccio alla manipolazione, nella cinetica di alcuni farmaci e nelle lievi differenze fisiologiche e anatomiche degli asini e dei muli. L...

Pagina 1 di 7

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares