Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 6611 articoli

AGGIORNAMENTO SCIENTIFICO PERMANENTE IN MEDICINA VETERINARIA

Medicina d'urgenza

Medicina d'urgenza (48)

Lunedì, 28 Ottobre 2019

Indicatori prognostici in corso di peritonite settica nel gatto

  • Valori glicemici e terapia antibiotica influiscono sull’outcome
GI Perferation 300x237Uno studio retrospettivo si è posto l’obiettivo di indagare se i rilievi clinici e clinico-patologici, il tempo intercorso dalla diagnosi alla chirurgia, l’uso empirico di antimicrobici e i risultati dell’esame colturale fossero associati con l’outcome nei gatti con peritonite settica (SP, septic peritonitis).Sono stati inclusi 83 gatti con diagnosi di SP ottenuta mediante esame citologico o colturale....

Venerdì, 20 Settembre 2019

Alterazioni delle concentrazioni ematiche di potassio

  • Uno studio retrospettivo che indaga prevalenza e patologie associate a diskaliemia in un pronto soccorso veterinario
depositphotos 159413156 stock photo boxer dog and cat togetherLo scopo di questo studio retrospettivo descrittivo era quello di indagare la prevalenza di alterazioni della potassiemia e l’entità di tali alterazioni in cani e gatti presentati presso il pronto soccorso di un ospedale universitario, descrivere i segni clinici e le patologie associate a tali alterazioni.Lo studio è stato condotto su un periodo della durata di 20 mesi durante i qual...

Mercoledì, 04 Settembre 2019

Insulina lispro ed elettroliti nella chetoacidosi felina

  • L’impiego dell’infusione di insulina lispro è sicuro ed efficace ma richiede integrazioni elettrolitiche maggiori
dka catL’obiettivo di questo studio randomizzato, controllato, in cieco era quello di caratterizzare l’uso dell’infusione endovenosa continua (CRI, continuous rate infusion) di insulina lispro alla dose iniziale di 0,09 U/kg/h e l'impiego di cloruro di sodio (NaCl) allo 0,9% per la rianimazione fluida in gatti con chetoacidosi diabetica (DKA, diabetic ketoacidosis). Infine, sono stati indagati dei potenziali protocolli per l'integrazione di elettroliti.Lo studio ha incluso 12 gatti randomizzati in 2 gr...

Lunedì, 02 Settembre 2019

Trauma faringeo nel bovino

  • Condizione rara ma che richiede una diagnosi e un trattamento tempestivi
farinxLa caratterizzazione dei segni clinici, la risposta al trattamento e la prognosi possono essere informazioni utili per il processo decisionale nella valutazione dei bovini con trauma faringeo.L’obiettivo di questo studio retrospettivo era quello di descrivere il segnalamento, l’anamnesi, i risultati delle indagini clinicopatologiche, endoscopiche, ultrasonografiche, radiografiche e post mortem, nonché i trattamenti e l’outcome dei bovini con diagnosi di perforazione/trauma faringeo....

Mercoledì, 08 Maggio 2019

Sindrome da distress respiratorio acuto nel cane e nel gatto

  • Fattori di rischio diversi tra cane e gatto e un tasso di mortalità rispettivamente dell’84% e del 100%
cat ARDSUno studio retrospettivo ha indagato i segni clinici, i fattori di rischio e l’outcome della sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS, acute respiratory distress syndrome) nel cane e nel gatto.Sono state revisionate le cartelle cliniche di 46 cani e 8 gatti con diagnosi di ARDS effettuata basandosi su criteri clinici pubblicati in precedenza o attraverso l’esame necroscopico. Sono stati registrati i dati relativi al segnalamento, ai segni clinici e all’outcome....

Lunedì, 18 Febbraio 2019

Rapporto neutrofili/linfociti in corso di infiammazione sistemica

  • Ad oggi l’utilità e il significato prognostico di questo parametro rimane limitata, ma sono necessari studi più ampi per una valutazione più oggettiva
maxresdefaultIn corso di infiammazione sistemica si assiste a delle alterazioni della conta leucocitaria e, in particolare, ad un aumento dei neutrofili e ad una riduzione dei linfociti. Il rapporto neutrofili-linfociti (N/L) è un biomarker semplice ed economico, già impiegato in medicina umana in corso di sepsi, ma il suo ruolo nella medicina veterinaria non è ancora stato indagato.In questo studio, gli autori hanno valutato il N/L in cani con malattie infiammatorie sistemiche settiche e non ...

Venerdì, 09 Novembre 2018

Coma e stupor in cani e gatti: 386 casi

  • Il trauma cranico è la causa più frequente, outcome migliore nei casi di ipoglicemia
chihuaUno studio retrospettivo multicentrico si è posto l’obiettivo di raccogliere i dati relativi a segnalamento, eziologia e outcome a breve termine di soggetti portati in pronto soccorso in stato comatoso o stuporoso.Sono state analizzate le cartelle cliniche di 386 animali (cani e gatti) per identificare quale fosse l’eziologia più comunemente responsabile dello stato di coma e stupor. ...

Venerdì, 12 Ottobre 2018

Termografia a infrarossi nel gatto con tromboembolismo aortico

  • Tecnica utile, semplice, non invasiva e rapida per la diagnosi di tromboembolismo aortico nel gatto
TIRL'obiettivo di questo studio prospettico, condotto su gatti con paralisi acuta degli arti posteriori, era quello di valutare l'accuratezza diagnostica della termografia a infrarossi nei nel differenziare il tromboembolismo aortico (TEA) da condizioni non ischemiche.Lo studio ha incluso un totale di 16 gatti suddivisi, sulla base della diagnosi finale, in un gruppo TEA (n=10) se la causa della paralisi era di natura ischemica, e un gruppo di controllo (n=6) se la causa era d’origine non-ischemica. Per ...

Lunedì, 08 Ottobre 2018

Corrispondenza tra ecografia FAST e TC in cani e gatti traumatizzati

  • La FAST ha una buona sensibilità nel rilevare la presenza di versamenti, ma non è affidabile nell’identificazione dello pneumotorace
Fig 1 A large volume of neoplastic effusion in a catL’ecografia FAST (Focused Assessment with Sonography for Trauma) è una metodica ecografica finalizzata a valutare la presenza di versamenti cavitari secondari a traumi.Lo scopo di questo studio prospettico era quello di valutare la corrispondenza tra l’esame FAST e la tomografia computerizzata (TC) nel rilevare la presenza di versamento pleurico e peritoneale e la presenza di pneumotorace in animali ch...

Venerdì, 05 Ottobre 2018

Sindrome alveolo-interstiziale in cani e gatti

  • L’ecografia polmonare ha una maggiore sensibilità rispetto alla radiografia toracica nell’identificare una patologia polmonare
Figure 2A for webLa sindrome alveolo-interstiziale polmonare (SAI) comprende molte condizioni patologiche eterogenee (sia acute che croniche) che hanno in comune un diffuso coinvolgimento dell’interstizio con riduzione della capacità di scambio alveolo-capillare e insufficienza respiratoria più o meno grave.Lo scopo di questo studio prospettico era quello di confrontare la capacità diagnostica dell’ecografia polmonare (EP) e della radiografia toracica (RT) nel valutare la distribuzione...

Pagina 1 di 4

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti. Se chiudi il banner ne accetti l'utilizzo.