Dall'11 aprile 2003 sono stati pubblicati 7350 articoli

Medicina d'urgenza

Medicina d'urgenza (84)

Mercoledì, 22 Settembre 2021

Fattori prognostici all'ammissione in cani e gatti con trauma cranico

  • I cani non sopravvissuti avevano delle concentrazioni ematiche di glucosio all'ammissione significativamente più alte
well 16 ducate head traumaL’obiettivo del presente studio era quello di indagare l'associazione tra alcuni parametri all’ammissione in ospedale e la sopravvivenza in cani e gatti con trauma cranico (traumatic brain injury, TBI).Sono stati inclusi nello studio, in modo retrospettivo, 131 cani e 81 gatti portati in visita presso il pronto soccorso di due ospedali veterinari con evidenza di trauma cranico in base all'anamnesi del proprietario o all'esa...

Venerdì, 17 Settembre 2021

Uso di intralipid per il trattamento della tossicosi da oleandro in un'oca domestica

  • Descrivere il caso di un’oca domestica trattata con emulsione lipidica in seguito all’ingestione di foglie di oleandro
two geese anser domesticus one 260nw 106282994L'ingestione di sostanze tossiche è un evento comune negli animali da compagnia e da reddito, specialmente negli anseriformi. La tossicosi da oleandro (Nerium oleander) è raramente riportata nelle specie aviarie, con sintomi che includono manifestazioni cardiache, neurologiche e gastroenteriche.Il presente case report descrive il caso di un'oca domestica di 6 mesi (Anser anser domesticu...

Venerdì, 30 Luglio 2021

Correlazione tra tempo di riempimento capillare e parametri clinici nel cane

Scritto da

  • Valutazione la correlazione tra parametri clinici e clinicopatologici e il tempo di riempimento capillare nel cane
Dog Gum Color 1024x576L’obiettivo del presente studio era quello di valutare la correlazione tra vari parametri clinici e clinicopatologici e il tempo di riempimento capillare (capillary refill time, CRT) utilizzando un metodo standard; valutare l'influenza della visita in pronto soccorso (emergency room, ER) rispetto all’ospedalizzazione in terapia intensiva (ICU) sul CRT; e identificare dei sottogruppi nella distribuzione del CRT.Sono stati inclusi ne...

Venerdì, 30 Luglio 2021

Gestione delle emergenze negli asini e nei muli

Scritto da

  • Descrivere la valutazione iniziale e la gestione delle più comuni emergenze negli asini e nei muli
Donkeys 900x570Questo articolo fornisce una panoramica sulla valutazione iniziale e sulla gestione delle più comuni emergenze negli asini e nei muli. I principi sono simili a quelli dei cavalli (e dei pony), ma i medici veterinari devono essere consapevoli delle differenze nel riconoscimento dei segni di dolore/malattia, nell'approccio alla manipolazione, nella cinetica di alcuni farmaci e nelle lievi differenze fisiologiche e anatomiche degli asini e dei muli. L...

Mercoledì, 30 Giugno 2021

Valutazione di uno score clinico di gravità della malattia nel cane

Scritto da

  • La lattatemia era significativamente inferiore nei cani sopravvissuti
illness dogL’obiettivo degli autori di questo studio era quello di applicare il punteggio di valutazione rapida sequenziale dell'insufficienza d'organo (qSOFA) ai cani ricoverati in terapia intensiva veterinaria e valutare se l'aggiunta del lattato ematico potesse aumentare la capacità predittiva del suddetto score.A ciascun paziente è stato assegnato un punteggio sequenziale rapido di valutazione dell'insufficienza d'organo di 0, 1, 2 o 3 sulla base dei segue...

Venerdì, 11 Giugno 2021

Efficacia della rianimazione fluida endovenosa nei gatti con ipotensione sistemica

Scritto da

  • La sopravvivenza dei gatti inclusi nello studio era del 7%
ipoteso gattoL’obiettivo degli autori era quello di valutare l'efficacia della rianimazione fluida per via endovenosa in gatti ipotesi in regime di pronto soccorso. Gli obiettivi secondari erano: studiare le variazioni della frequenza cardiaca (HR) e della temperatura corporea (BT) in risposta alla rianimazione fluida e l'associazione di questi cambiamenti con la sopravvivenza del paziente.Sono state ricercate retrospettivamente le cartelle cliniche dal 2012 al 2019 per i gat...

Mercoledì, 26 Maggio 2021

Caratteristiche cliniche, clinico-patologiche e outcome nei gatti con ferite da morso

Scritto da

  • Sono stati inclusi nello studio 72 gatti con ferite da morso di cane afferenti presso tre strutture veterinarie
dog and catLe ferite da morso sono una causa comune di trauma nei gatti; tuttavia, mancano studi su larga scala che abbiano valutato questo tipo di trauma nel gatto. Gli obiettivi del presente studio erano quelli di: 1) descrivere i reperti clinici e clinicopatologici in gatti con ferite da morso di cane; 2) valutare l'associazione tra queste variabili, le misure terapeutiche e la sopravvivenza; 3) valutare l'associazione tra "animal trauma triage" (ATT) e "severity o...

Mercoledì, 28 Aprile 2021

Edema della parete della cistifellea in corso di patologie cardiache nel cane e nel gatto

Scritto da

  • Valutare l’associazione tra patologie cardiache e l’edema della parete della cistifellea nel cane e nel gatto
GallbladderL'edema della parete della cistifellea (gallbladder wall edema, GBWE) rilevato ecograficamente è un marker per l’anafilassi nel cane. Le patologie cardiache possono causare GBWE con segni clinici simili e dovrebbero essere incluse nella lista delle diagnosi differenziali per prevenire errori di interpretazione.Sono stati inclusi nello studio, in modo prospettico, 14 soggetti di proprietà (13 cani e 1 gatto) con GBWE e patologie cardiache in un cui s...

Mercoledì, 21 Aprile 2021

Trattamento delle reazioni allergiche non complicate del cane

Scritto da

  • Studio retrospettivo che valuta le differenze tra due protocolli terapeutici nel cane
reazione allergica caneGli autori di questo studio retrospettivo hanno voluto riportare l'outcome dei cani affetti da reazioni allergiche non complicate trattate con difenidramina vs difenidramina più glucocorticoidi, oltre a segnalare il tasso d’incidenza delle suddette reazioni allergiche nella specie canina.Nello studio sono stati inclusi 880 casi di cani trattati per una reazione allergica non complicata con difenidramina da sola o in combinazione co...

Lunedì, 12 Aprile 2021

Supporto nutrizionale nella ventilazione meccanica del cane e del gatto

Scritto da

  • La nutrizione parenterale era la tipologia di supporto nutrizionale più frequente.
ventiled dogGli autori di questo studio retrospettivo hanno valutato l'utilizzo della nutrizione enterale e parenterale in una popolazione di cani e gatti ventilati meccanicamente; obiettivi degli autori erano anche quelli di identificare i fattori associati all'implementazione della nutrizione e di valutare la frequenza del supporto nutrizionale entro 72 ore dall'assenza di apporto calorico.Nello studio sono stati inclusi 58 pazienti (50 cani, 8 gatti) sottoposti a v...

Pagina 1 di 6

VET Channel

eveditoria Editoria Scientifica

0
Shares
0
Shares